Gli assistenti intelligenti potrebbero essere la punta dell’iceberg, che potrebbe portarci via il lavoro in un futuro, ma questo non significa che non possiamo farne uso nel frattempo. Gli assistenti virtuali come Cortana di Microsoft, Siri di Apple, Google Assistant di Google, Alexa di Amazon o Bixby della Samsung, sono ora una caratteristica distintiva di smartphone e tablet, quindi sapere quale sia il migliore potrebbe avere un impatto significativo su quale potrebbe essere il vostro prossimo acquisto di hardware.

Metteremo a confronto sulle funzionalità di base di questi popolari assistenti virtuali, vi aiuterà a determinare quale può essere preferito, per soddisfare i requisiti standard.

Siri

Siri è il più vecchio assistente AI tra quelli di questa discussione, e probabilmente la voce più riconoscibile a causa della sua iconica popolarità tra le generazioni. Funziona con qualsiasi dispositivo Apple moderno, compresi i loro telefoni, tablet, desktop, MacBook, Smart Watch , apple TV e ora l'HomePod.

Siri è stato sviluppato nel 2010 da SRI International e acquistato da Apple pochi mesi dopo. Data la fame di innovazione di Apple e il loro ecosistema strettamente integrato, non è una sorpresa che Siri abbia fatto molti progressi da allora.

Molto simile a qualsiasi altro assistente, Siri può eseguire compiti come programmare appuntamenti, fare prenotazioni, inviare e ricevere testi e chiamate, identificare canzoni, controllare la posta elettronica e tutto ciò che riguarda la ricerca sul web.

L'unico deterrente alla crescita di Siri è stato il supporto della piattaforma e l'integrazione hardware. Quando confrontiamo Siri con Google Assistant, Google ha il vantaggio di lavorare senza problemi su più piattaforme, compreso iOS stesso. Tuttavia, le aziende di terze parti stanno continuamente lavorando per estendere il supporto per Siri e altri assistenti vocali, il che aumenterà la portata di Siri oltre i dispositivi Mac e iOS.

Vantaggi: Per attivare Siri è molto facile, l'utente deve solo tenere premuto il pulsante home per alcuni secondi fino a quando l'icona del microfono appare sul display inoltre puo, programmare appuntamenti, ottenere informazioni su azioni e lavori simili, aggiornamenti meteo, aiuto con promemoria basati sulla posizione, opzioni di lingua non inglese.

Svantaggi: A volte, Siri non capisce gli accenti o le modulazioni della voce, parlando troppo velocemente potrebbe non ottenere il risultato, funziona solo su dispositivi iOS.

Assistente Google

Google ha rilasciato per la prima volta il suo assistente virtuale chiamato Google Now nel 2012, ma era principalmente un'estensione di Google Search e l'azienda voleva trasformarlo in un servizio di conversazione a due vie. Google ha gradualmente eliminato il termine 'Now' e nel 2016, ha lanciato il suo Assistente Google basato sull'AI che doveva essere un assistente vocale interattivo multipiattaforma.

Data la portata dei servizi di Google, e dei dispositivi Android e di Chrome, e considerando che la maggior parte degli utenti di Internet hanno un account Google che raccoglie i loro dati, cosi permettendo a Google Assistant di fornire i risultati più personalizzati e pertinenti tra qualsiasi altro assistente AI. Inoltre, a differenza di altri assistenti che sono per lo più limitati ai prodotti della propria casa madre, Google Assistant si integra bene con Android, iOS, Chromebook così come con altoparlanti e cuffie di altre case costruttrice.

Vantaggi: Sono tanti, vanno dalla semplice chiamata telefonica senza comporre il numero alla possibilità di inviare messaggi a parenti e amici, oppure alla ricerca di informazioni che richiederebbero una ricerca su Google o comunque un paio di passaggi fatti con touch e tastiera, può identificare diverse voci, buona qualità del suono. La data di nascita di un personaggio pubblico , gli anni di un calciatore, la distanza tra due paesi o altre informazioni che sono disseminate nelle pagine di ricerca di Google vengono estratte da Assistant in pochi secondi se la richiesta viene formulata in modo pertinente. Assistant ha un occhio su quello che succede nel mondo esterno, quindi attinge informazioni sul meteo, sull’andamento di borsa, sui trasporti e sui risultati sportivi da una serie di siti di riferimento ma non dimentica che il suo punto di riferimento è il possessore dello smartphone. Ad Assistant si possono quindi chiedere anche cose più personali, come di mostrare la propria agenda, di inserire un appuntamento, di controllare i promemoria o di cercare tra le proprie foto immagini specifiche, come ad esempio una foto scattata delle vacanze scorse.

Svantaggi: Alcune funzioni non sono disponibili in tutti i paesi, la frase di lancio non è personalizzabile, e non può seguire la voce dell'utente a distanza.

Cortana

Presentato nell'anno 2014, da Microsoft, come un agente digitale. È stato allineato nella sua comunità di ecosistemi da Skype a Xbox a LinkedIn. Viene integrato nativamente nei dispositivi Windows e può essere scaricato su dispositivi Android e iOS. Cortana utilizza il motore di ricerca Bing e i dati raccolti dall'utente per dare risposte personalizzate e suggerimenti su misura.

Cortana è l'assistente intelligente sviluppato da Microsoft e presentato per la prima volta nel 2014. Viene integrato nei programmi nativi di Windows e può essere scaricato su dispositivi Android e iOS. Cortana utilizza il motore di ricerca Bing e i dati raccolti dall'utente per dare risposte personalizzate e suggerimenti su misura. Questo potente assistente personale AI permette di accedere a risultati migliori e intuitivi, con le sue intriganti funzionalità. Alcuni dei suoi programmi principali includono informazioni meteorologiche, la gestione dei calendari e anche la ricezione della dizione di una e-mail. Cortana funziona anche con i gadget iOS di Apple e Google Android. Ma la natura hit-or-miss del riconoscimento vocale e la configurazione complicata gli fanno perdere trazione in un mercato così competitivo.

I vantaggi: Creare promemoria e impostare allarmi usando la voce, Dettare note a Cortana e salvarle in OneNote, Pianificare riunioni, Eseguire calcoli e conversioni, Utilizzare la timeline per i diversi compiti, Al fine di rendere all'utente una ricerca amichevole, Microsoft ha implementato Cortana nel browser web Edge. Per esempio, permette un accesso fluido alla ricerca di sconti o alla prenotazione di posti e compiti simili, le caratteristiche possono essere attivate e disattivate secondo le preferenze dell’utente ed ha una buona pronuncia.

Svantaggi: Il motore di ricerca predefinito sarà Bing, alcune richieste potrebbero essere passate a Bing in modo impreciso, come apri calcolatrice.

Alexa

Alexa è un assistente virtuale basato su AI sviluppato e lanciato da Amazon nel 2014. Per ora, Alexa funziona al meglio con i dispositivi Amazon tra cui la linea Echo Speaker, Fire TV, tablet Fire di Amazon, e un insieme di dispositivi smart-home. La loro attenzione al design moderno e agli elettrodomestici intelligenti mostra un incredibile potenziale di crescita in quanto la gamma di dispositivi con cui può integrarsi è vasta di per sé. Alexa ha un'applicazione per smartphone, ma è principalmente destinata ad agire come un controller per altri dispositivi, a differenza degli assistenti solitari come Siri e Google Assistant. Riesce a fare bene la parte dell'assistente. Può eseguire compiti semplici come riprodurre musica, effettuare chiamate, controllare la vostra casa intelligente, semplici ricerche sul web e persino ordinare articoli su Amazon.

La compatibilità con tanti tipi diversi di dispositivi come altoparlanti, luci, telecamere di sicurezza, serrature, cuffie è ciò che lo rende così speciale. Ci sono molte aziende come Sonos, Altec Lansing e Garmin International che sviluppano dispositivi che supportano Alexa. Anche alcuni produttori di computer portatili come ASUS, HP e Acer hanno accennato a includere Alexa nelle loro macchine, il che può essere un enorme fattore di crescita e l'ultimo chiodo nella bara per Cortana.

Vantaggi: Puo fare un ordinare le forniture, gestire la lista delle cose da fare, musica d’ambiente,
controllare elettrodomestici sia a casa che in ufficio, VoceMyBot, accoppiamento Bluetooth impeccabile.

Svantaggi: Non può inviare un messaggio di testo o e-mail utilizzando il comando vocale, i risultati della ricerca sul web per domande generali riguardanti la salute o gli hobby potrebbero non ottenere risultati di qualità, il processo di installazione iniziale e un po complicato.

Bixby

L'ultimo arrivato fu messo sul mercato dalla Samsung nel 2017. Ma questo non gli ha impedito di essere troppo entusiasta di conquistare il mercato. Samsung sta aggiungendo più funzioni a Bixby molto più velocemente dei suoi concorrenti. Insieme ai soliti trucchi, Bixby può eseguire alcuni compiti fantasiosi per voi. Per esempio, può modificare le vostre fotografie. La funzione appena aggiunta chiamata Bixby Vision fa il meglio della realtà aumentata. Può aiutarvi a provare i prodotti per il trucco, tradurre testi in lingue straniere. Si possono anche contare le calorie di un piatto di cibo semplicemente puntando la fotocamera del telefono su di esso.

Vantaggi: Caratteristiche fantasiose, un pulsante hardware sul lato del dispositivo per richiamare Bixby

Svantaggi: Supporto linguistico limitato, e a volte non riesce a fornire risposte dirette e viene fuori con ricerche sul web.

In conclusioni, gli assistenti AI sono una nuova tecnologia che richiede molto tempo per migliorare le loro prestazioni.

Quindi, quale assistente personale è migliore tra Siri, Google Assistente, Cortana Alexao, Bixby . Beh, la maggior parte delle persone saranno d'accordo che l'assistente Google Assistente è la più intelligente, ma anche gli altri hanno molto da offrire. Per esempio: Siri è il più spiritoso, quello che permette di avere lunghe conversazioni, ma purtroppo è legato solo ai dispositivi Apple. Alexa di Amazon non è il più intelligente o dinamico come Google o Siri, ma estende il supporto a centinaia di dispositivi ed elettrodomestici intelligenti rendendolo ideale per le case intelligenti. Mente Bixby ha ancora molta strada da fare. Cortana non è la preferita e sta perdendo gradualmente il suo ritmo, e non vediamo Microsoft cercare di migliorare questa situazione.

La scelta dell'assistente virtuale non dipenderà da ciò che è il migliore o il più intelligente, ma da ciò per cui ne avete bisogno, e soprattutto dal dispositivo che state usando.

Tags