La notizia che Andrea Pirlo è stato nominato nuovo Direttore Tecnico della Juventus, ha suscitato grande interesse nel campo calcistico.

Pirlo è una figura riconosciuta del Calcio. Soprannominato "l'Architetto" perché è stato caratterizzato dal suo buon passaggio, dalla visione di gioco, dal controllo della palla e dal perfetto tiro libero.

Pirlo è, insieme a Mihajlovic, il giocatore che ha segnato il maggior numero di gol da tiro di punizione in Seria A. Entrambi ne hanno 28.

Nato a Brescia il 19 maggio 1979, fin da piccolo é entrato nelle file giovanili del club di quella città. All'età di 16 anni ha fatto il suo debutto con il Brescia in Serie A e dopo due anni da titolare, il giovane  Andrea viene ingaggiato dall'Inter nel 1998. 

Con i 'Nerazurri' non si consolidó e giocó solo 18 partite, così fu dato in prestito prima alla Reggina e poi di nuovo al Brescia.

Andrea Pirlo è stato capitano della Nazionale Under-21 italiana ai Campionati Europei del 2000, vincendo sia il nominativo come miglior giocatore che quello di capocannoniere.

Ha partecipato nelle squadre italiane di calcio alle Olimpiadi del 2000 e del 2004, vincendo la medaglia di bronzo nell'ultima edizione.

Nel 2001 viene trasferito a Milan, dove ha vissuto importanti episodi della sua carriera sportiva ed è diventato un simbolo del calcio mondiale. Dieci anni ha giocato Pirlo con i 'Rossoneri', con presenza in 401 partite, fornendo 71 assist e segnando 41 gol.

Negli inizi giocava piú avanti, era quasi un secondo attaccante. Fu con Carlo Ancelotti, nel Milan, che si stabilì in una posizione più arretrata, come centro avanti e regista.

Ma aveva un'ambizione da realizzare: giocare per il Real Madrid. Aveva un contratto di cinque anni che lo aspettava lì e uno stipendio che non era di questo mondo. Ma Adriano Galliani, presidente del Milan, non gli lasció  scelta, presentandogli un ingaggio per cinque stagioni e un assegno in bianco "per mettere la cifra che vuoi" .

Ha svolto un ruolo chiave nella campagna di classificazione dell'Italia alla Coppa del Mondo 2006 ed é stato  campione, come giocatore della nazionale Azzurra, in quella edizione. Pirlo è stato nominato miglior giocatore della partita, sia in semifinale, contro la Germania, che in finale, contro la Francia.

Nel 2010 Guardiola ha cercato di convincerlo ad andarsene con i Catalani dicendogli: "Abbiamo bisogno di te, Andrea. Stiamo cercando un centrocampista che si alterna a Xavi, Iniesta e Busquets, e questo sei tu. Hai tutti gli attributi per giocare nel Barcellona."

Nel 2011 è arrivato alla Juventus. Molti dubbi si svegliarono riguardo ai suoi 32 anni di etá. Tuttavia ha indossato la maglia bianconera in quattro stagioni (2011-2015) e giocando 164 incontri, fornendo 38 assist e segnando 18 gol.

Prima che Pirlo raggiungesse la "Vecchia Signora", la squadra era rimasta senza trofei dal 2003. Ha portato al club quattro titoli di Serie A (2012, 2013, 2014 e 2015), due Supercoppe italiane (2012 e 2013) e una Coppa Italia (2015).

È stato un pezzo chiave della nazionale italiana nell'Eurocoppa del 2012, dove gli Azzurri hanno prevalso su Irlanda, Inghilterra e Germania per raggiungere la finale, nonostante l'abbiano persa contro la Spagna.

Nello stesso anno è stato premiato come giocatore dell'anno della Serie A. Le sue buone prestazioni con la Juventus e durante la Eurocoppa, hanno scatenato una campagna per far si che Pirlo fosse eleggibile al premio “il Pallone d'Oro”.

Il virtuoso italiano divenne così il terzo candidato a giocatore dell'anno. La sua candidatura irruppe nella solita discussione sul fatto che Ronaldo avesse raggiunto abbastanza crediti per dissipare Messi. Nonostante il suo genio, oltre al fatto di essere un vero crack, il trofeo non è mai finito nelle sue mani.

A questo proposito, lo stesso Pirlo ha escluso qualsiasi opzione, affermando: "Fino a quando Messi e Cristiano Ronaldo esistano, sarà quasi impossibile raggiungerlo di fronte a loro".

Nel 2015 Andrea Pirlo lascia la Juventus e va alla MLS negli Stati Uniti, per giocare i suoi ultimi anni di carriera con il New York City, ritirandosi definitivamente come giocatore nel 2017.

Sabato è stato nominato nuovo allenatore della Juventus, per due stagioni, poche ore dopo l'annuncio del licenziamento di Maurizio Sarri.

Non ha alcuna esperienza come direttore tecnico. Solo dieci giorni fa era stato nominato allenatore della Juventus Under-23.

La decisione sarebbe stata presa personalmente dal presidente della Juventus Andrea Agnelli, che avrebbe deciso in base alla convinzione che Pirlo "ha le capacità per guidare una squadra esperta e di talento per perseguire nuovi successi".