Panama ha sospeso le lezioni frontali nel marzo 2020 in tutti i centri educativi del paese a causa della pandemia di Covid-19 e rimane ancora così, ad eccezione di alcune scuole private che hanno iniziato le lezioni frontali.

Una volta fissata la data, che include anche i processi di vaccinazione per gli insegnanti, sarà pubblicato il decreto esecutivo che regolerà il ritorno semi-presenziale, graduale, scaglionato e sicuro, a partire dalle scuole in cui gli insegnanti hanno coperto la fase di vaccinazione.

Per optare per l'avvio volontario, che dovrebbe essere molto graduale, MEDUCA e MINSA hanno stabilito i seguenti criteri: Comparazione del tasso di positività del comune rispetto alla zona scolastica, tipo di scuola secondo il numero di studenti (multigrado, con meno di 25, 50, ecc.), comitato scolastico COVID formato, protocollo di biosicurezza adattato.

Piano di rientro, biosicurezza e infrastrutture scolastiche, certificazione MINSA, forniture di sicurezza di base e disponibilità di risorse (gel, materiali di pulizia, maschere, mascherine, ecc.), vaccinazione, tra gli altri. La certificazione della scuola è il risultato di un'ispezione e valutazione che viene rilasciata attraverso semplici note.

Questo processo sarà monitorato e valutato periodicamente in collaborazione con la MINSA. Fino ad oggi, nessun caso di positività è stato segnalato nelle zone scolastiche dove si svolge il tutoraggio. Il ministro dell'educazione ha sottolineato che l'uso delle uniformi e le spese superflue saranno esentate per il ritorno semi-presenziale, al fine di contribuire all'economia familiare.