Dormire, a volte è un compito arduo, specialmente in questo particolare periodo storico in cui ci troviamo tutti.

Gli effetti di uno stato permanente di agitazione mentale e fisica sono: tensione, dolore fisico (muscoli, mal di testa, sensazione di avatar, confusione mentale) e ansia che può portare ad attacchi di panico, difficoltà a dormire fino all'insonnia cronica. Le terapie farmacologiche indicate per ridurre la tensione, l'ansia e l'addormentarsi hanno un'azione immediata, ma utilizzate frequentemente producono effetti collaterali a lungo termine, quindi non dovresti trascurare o sottovalutare qualcosa che in seguito potrebbe diventare una possibile dipendenza.

I farmaci sono rimedi di emergenza fino a quando non si impara a gestire il problema, vengono comprese le cattive abitudini e le cause di tale disagio.

Un metodo tanto curioso quanto efficace, totalmente naturale è "4-7-8" del Dr. Andrew Weill.

È un semplice esercizio di respirazione che non richiede alcun particolare strumento solo la pratica per familiarizzare e che può essere facilmente utilizzato di fronte alle emergenze. Può essere fatto ovunque, in preda al panico o all'ansia, a letto quando hai difficoltà a dormire o senti un peso sul petto che impedisce la corretta respirazione.

Dopo aver posizionato la punta della lingua contro il tessuto appena sopra gli incisivi superiori:

  • PASSO 1: Inizia espirando attraverso la bocca tutta l'aria presente nei polmoni, facendo un leggero rumore, continua con la bocca chiusa, inspirando con calma attraverso il naso, contando fino a quattro mentalmente.
  • PASSO 2: il prossimo passo è trattenere il respiro contando mentalmente fino a sette.
  • PASSO 3: infine espira ancora una volta attraverso la bocca espellendo tutta l'aria contando fino a otto, facendo sempre un leggero rumore.

L'intero ciclo respiratorio deve essere ripetuto altre tre volte, per un totale di quattro respiri, mantenendo sempre la punta della lingua in posizione e tenendo conto che ciò che conta non è il tempo assoluto necessario per inspirare ed espirare, ma piuttosto mantenere sempre la relazione "4-7-8".

Il metodo è utile contro lo stress e la gestione di emozioni spiacevoli. Secondo il Dr. Weill, infatti, chiunque può trarne beneficio. Il consiglio è di esercitarlo con cicli di cinque ripetizioni, che verranno ripetute durante il giorno massimo tre volte durante il primo mese.