Sono sicuro che tutti Voi siete d'accordo sul fatto che l'anno 2020 segna una pietra miliare nel cammino dell'umanità. La nostra storia moderna è divisa in prima e dopo il COVID-19.

A causa della pandemia globale molte cose sono cambiate e altrettanto cambiaranno nel futuro immediato. Nel campo della salute, del commercio, delle relazioni sociali, dell'istruzione, tra altri, abbiamo notato variazioni significative.

Sono state adottate, per necessità rigorose e imminenti, nella nostra vita quotidiana, modalità e pratiche sconosciute o almeno fin ora non pienamente accettate dalla società.

Ma alcune di loro, a quanto pare, rimarranno e piuttosto diventeranno più comuni. Incredibilmente sembra che alcuni cambiamenti adottati a causa del COVID-19, siano favorevoli.

Non sfugge a questa tendenza nemmeno il mondo del lavoro. Un settore fondamentale nel campo dell'umanità. Elemento trainante della produttività e del progresso delle nazioni.

Di fatto notiamo alcuni cambiamenti che probabilmente costituiranno la nuova normalitá, anche una volta che sia cessata la necessità che ne ha dato origine.

IL TELELAVORO.

Come risultato del COVID-19, le aziende hanno mandato il proprio personale a lavorare da casa. É stato coniato Il termine "telelavoro". Uffici chiusi e vuoti. Il lavoro è proseguito a un nuovo ritmo e a distanza.

È stato introdotto un maggior impiego della tecnologia. Si é reso necessario un aumento nell´uso del Wi-Fi a banda larga. Piattaforme come ZOOM hanno registrato un notevole aumento di utenti.

Riunioni di lavoro, conferenze, corsi di formazione, sono avviati attraverso un PC dal soggiorno o sala da pranzo di milioni di case.

Le ditte ora sono decentralizzate e ampliate territorialmente. La sede centrale di molte aziende, l'ufficio tradizionale, tutto di un botto é in "abbandono".

Le grandi aziende hanno stabilito non aver bisogno di riunire tutto il loro personale in un ufficio, nello stesso spazio fisico, per svolgere i loro compiti.

Google e Facebook, ad esempio, hanno deciso che la totalitá dei loro dipendenti lavorerà da casa, fino avanzato il 2021.

Qui a Panama, come in molti altri paesi, la maggior parte del personale esecutivo delle banche, di altre istituzioni finanziarie e assicurazioni, di entitá dello Stato, di prestatori di servizi pubblici, solo per nominare i più grandi datori di lavoro, operano per "telelavoro".

CI SARANNO EFFETTI COLLATERALI?

Molti lavori si sono rivelati di possibile svolgimento a remoto, con solo un PC e una connessione internet. A questo punto é il caso di farci alcune domande inquietanti:

Sarà possibile che questi grandi uffici costosi e talvolta monumentali da un giorno all'altro non siano più necessari o almeno indispensabili?

È logico pensare che questo produrrà una grande svolta nel mondo immobiliare? Ridurrà drasticamente la costruzione di palazzi destinati a uffici e micro appartamenti nelle grandi città?

La costruzione di case più spaziose aumenterà invece nelle periferie? Case che potrebbero fornire uno spazio "privato" per svolgere il lavoro da casa?

A QUANTO PARE MOLTI VANTAGGI.

In città come New York, c´é stato un esodo di massa a causa del COVID-19. Le persone sono fuggite dal rischio di contagio e si son trasferite nelle loro case di perifería.

Lì si son rese conto che potevano continuare a lavorare, da remoto. Inoltre, potevano farlo più comodamente, stando più vicino alle loro famiglie e conducendo una vita più sana e tranquilla.

Questo ha portato vantaggi immediati, come risparmi significativi di costose spese di affitto per piccoli appartamenti in grandi città. Sottrarsi al traffico quotidiano estenuante. Evitare l'inquinamento di una città sovraffollata. In ogni caso, meno stress sul lavoro.

Ció ci fa pensare che a futuro, senza l'imminente necessità di andare in un ufficio, molte persone saranno in grado e liete di lasciare le grandi città. Migrare verso le campagne, posti di mare, o piccole città più tranquille, per vivere in spazi più confortevoli. Da lì, tuttavia, possono continuare a prestare il loro lavoro.

Anche le grandi città cambieranno, registreranno meno residenti e quindi, per coloro che decideranno di rimanere, offriranno migliori condizioni di qualità ambientale e un tenore di vita più umano.

LA RISORSA UMANA A PORTATA DI MANO.

Non dover essere presenti in un ufficio comporterá dei benefici, fino ad ora impensabili, a livello di capitale umano. Immaginiamo solamente che un'azienda sarà in grado di accedere facilmente a un talento o a un esperto che si trova in qualsiasi parte del mondo.

La risorsa umana specializzata, richiesta in un dato momento e per alcune menzioni, può provenire da paesi lontani.

Cosí, senza la necessità che quell'elemento debba migrare, ottenere un visto o un permesso di lavoro, o viaggiare attraverso il mondo per essere fisicamente presente presso la sede del datore di lavoro.

Le sue prestazioni professionali saranno offerte all'azienda da remoto, con lo stesso risultato e la stessa efficacia e sicuramente con meno costi.

NUOVA DISCIPLINA SUL LAVORO.

Nonostante i vantaggi elencati, c'è un aspetto che non dovrebbe essere trascurato ed è essenziale tener conto in questa nuova realtà.

Il lavoro invaderá i confini di casa nostra. La vita familiare quotidiana e il nostro lavoro coesisteranno sotto lo stesso tetto.

Dovremo imparare a gestire in modo più responsabile i nostri obblighi e le eventuali tensioni o difficoltà lavorative, che non saremo piú in grado di lasciare dietro a una porta quando usciamo dall'ufficio.

Il COVID-19 piú presto che tardi scomparirá, ma i suoi effetti e conseguenze sul lavoro, potrebbero essere indelebili.

Il virus è certamente una grande tragedia, ma in alcuni aspetti ha cambiato la nostra vita in modo probabilmente positivo. E così sembra essere sul campo del lavoro.