Grazie per la Bill and Melinda Gates Foundation, grazie anche per l'op-ed del Washington Post.

Sono d'accordo con quasi tutto quello che hai detto, tranne la prima parte (in chiusura). In questa fase della epidemia, la quarantena generale non ha senso.

La necessità di un allontanamento sociale o di una quarantena sociale si ispira all'argomento "appiattimento della curva".

Se riusciamo ad appiattire (allungare) la curva abbastanza a lungo, possiamo limitare la mortalità totale da covid 19 fino a quando non otteniamo un vaccino.

Entrambi gli argomenti sono imperfetti: nelle aree ad alto carico di lavoro, il nostro sistema sanitario è sopraffatto, e per ragioni dovute principalmente alla logistica e alla gestione dei casi, rimarrà sopraffatto nei prossimi mesi. L'attenuazione della curva in modo da non sovraccaricare il nostro sistema sanitario si inserirà semplicemente nei margini dei tassi di mortalità totale.

Lisciare la curva (allungandola) fino ad ottenere un vaccino è altrettanto difettoso. Come ha scritto, 18 mesi è lo scenario migliore per la disponibilità su larga scala di un vaccino. Mantenere la distanza sociale / quarantena per così tanto tempo non è semplicemente realistico. Nessuna popolazione negli Stati Uniti o nel resto del mondo ha lo stomaco per farlo, e prima o poi la gente comincerà a ignorare le regole.

Oltre ad essere un problema di salute pubblica, diventerà, nel giro di poche settimane, anche un problema di sussistenza.

Negli Stati Uniti possiamo rimandare l'impatto peggiore per qualche settimana grazie al pacchetto di salvataggio da 2.000 miliardi di dollari.

Quante volte può essere ripetuto? Al di fuori degli Stati Uniti, nei paesi poveri, il livello più basso della popolazione opera spesso in un'economia monetaria grigia con poche o nessuna risorsa.

Da quello che posso vedere intorno a me (attualmente mi trovo in America Latina), i poveri delle campagne non sono ancora molto angosciati, poiché spesso hanno meccanismi di sopravvivenza di lunga data per accedere all'acqua e al cibo. I poveri delle città hanno già esaurito le risorse o lo faranno molto presto. Il saccheggio su piccola scala, spesso diretto a negozi di alimentari di proprietà straniera, è già iniziato ed è probabile che peggiori ulteriormente con il perdurare di questa crisi sanitaria.

Il punto è che l'impatto economico avrà conseguenze molto peggiori per la salute pubblica negli Stati Uniti e nel mondo rispetto a quelle che può avere solo Covid-19.

Pertanto, credo fermamente che non abbiamo altra scelta che optare per l'immunità collettiva. Potremmo farlo incoraggiando i gruppi vulnerabili (anziani, diabetici, ecc.) a rimanere in autoisolamento (volontariamente) e incoraggiando i gruppi a basso rischio (giovani adulti, anche bambini, ecc.) a continuare la loro attività come al solito (sempre volontariamente), scoraggiando nel contempo grandi gruppi di persone nell'incontrarsi. Se siamo fortunati, possiamo evitare che la curva esploda, ma probabilmente non possiamo.

Il suo riferimento alla guerra era appropriato, come nella maggior parte delle guerre moderne, la popolazione civile sopporterà il peso delle vittime, ma credo che siamo a un bivio. Abbiamo combattuto una grande battaglia contro Covid 19 e abbiamo preso le nostre perdite e probabilmente abbiamo vinto, oppure abbiamo combattuto una guerra prolungata e molto più costosa contro ENTRAMBI Covid 19 e le conseguenze economiche

Saluti,

Ben Verbeke

In precedenza militava con i Medici Senza Frontiere, nell'Ufficio Umanitario della Comunità Europea, nella Banca Mondiale e Wall Street.

Risposta a un articolo del Washingtonpost