Quest’anno é senza dubbio stato un anno particolarissimo anche per la Moda. Tutte le Fashion Weeks piú importanti del mondo come New York, Londra e Milano si sono celebrate in edizione ridottissima e sopratutto cercando di usare l’ingegno online. Comunque sia ci sono state delle definizioni ben precise sulle tendenze per la  primavera estate 2021. Tra queste nel settore calzature si sono profilate con forza le famose scarpette ballerina. Sí proprio quelle basse, basse, con scollatura rotonda e punta altrettanto arrotondata che, cosí come il classico vestitino nero perfetto per ogni occasione ed il passe-partout della camicia bianca un altro fisso di qualsiasi armadio, sono riuscite a diventare intramontabili ed universali attraverso  le continue tempeste della moda. Non sono nessuna novitá in quanto a modello ma sicuramente in versione ‘21 sono state arricchite e modificate per la nuova apparizione.

Le prime ballerine furono lanciate da Claire Mc Kardell una disegnatrice americana che non potendo creare e produrre scarpe perche  c’era scarsitá di cuoio durante la Seconda Guerra Mondale  pensó bene di adattare le classiche scarpette delle ballerine per la sua sfilata del 1942 e furono subito un grande successo; seguirono poi parecchi cambiamenti per la strada come quando Karl Lagerfield  le propose bicolore e prima quando furono publicizzate da Jackie Kennedy, Audrey Hepburn e Brigitte Bardot che le adottó quasi come una divisa personale.

La tendenza di questo 2021 quindi sará pieno di varianti, con la punta quadrata, rotonda, ovale, a picco. Gucci le propone a punta e a fantasía floreale su una base di colore pastello bellissimo e classica fibbia in metallo dorato e cinturino a metá piede, forse ispirate alle antiche “turnshoes”del Medioevo che avevano appunto i laccetti sul dorso del piede di pelle liscia e unicolore; H&M ce le presenta in un intramontabile colore tortora con scollatura piuttosto chiusa e punta quadrata. Stella Mc Cartney le ha create a punta in soffice pelle bianca, con laccetti che chiudono l’apertura arricciata sul davanti, creando un’arricciatura delicata e sbarazzina che ricorda molto le scarpette dei secoli passati.

Valentino ci riporta la sua scarpa stiletto  borchiata stavolta  bassa e anche lei borchiata versione ballerina in un azzurro carta da zucchero, colore universale come il bianco o il nero, oppure in diversi colori accesi o dorate con maxi borchie e cinturino alto alla caviglia. Sportmax ci sorprende invece con delle ballerine stile chanel ma basse come devono essere, a punta e in pelle argentata con cinturino anteriore. Tury Burch si presenta condelle scarpette rosa di velluto e nastrino nella scollatura rotonda come la punta. Avanza anche Geox, la scarpa che fa respirare il piede e la ha create in stampa animalprint bianca e nera, con punta nera e tacco basso in rosso. E Furla si concede la semplicitá e linearitá della ballerina a punta, con scollatura quadrata ma di linea liscia e pura, minimal e sempre sofisticata. Dior punta su due versioni, una traforata ideali per l’estate e l’altra con lacci allá caviglia. C’e’poi qualcuno come Simone  Rochas che le propone molto somiglianti alle scarpette da ballerina originali con punta quadrata e rinforzata e laccetti incrociati sul dorso del piede in rosa, blu e beige.

Indubbiamente la scarpa ballerina é un modello che puó piacere o decisamente no; molti considerano che il fatto che la scarpa metta in evidenza la forma del piede non sia del gradimento di alcuni perché esteticamente sgradevole, ma realmente le ballerine si difendono dato che ricordano anche la calzatura infantile delle bambine avvolgendole in quell’aura di tenerezza e innocenza che le fanno semplicemente belle. Sono portabili in tutte le occasioni nelle loro differenti versioni,a tutte le ore del giorno, ricoperte di paillettes, di pietre colorate o dorate, con abbigliamenti eleganti oppure i soliti jeans. Le ballerine sono indispensabili nell’armadio di qualsiasi donna di ogni etá, in primavera, estate ed anche autunno sono ideali, facili e pratiche per ci questo 2021 sará l’anno per ballare!