Moda

I trend per la primavera-estate 2021

Non ci resistiamo al divertimento che ci offre la moda.

Luciana Cacciaguerra Reni

4/9/2021 11:50:00 AM

Ogni anno si fanno le sfilate del anno a venire presentando tutti i tipi di abbigliamenti, dalle scarpe, alle borsette, ai vestiti, agli accessori e tutto ció che ci si mette addosso ogni giorno. C’é chi ama la moda per cui la segue religiosamente, c’é chi la veste perché debe e c’é chi semplicemente si veste.

Comunque sia adottiamo sempre qualche cosa delle nuove tendenze proposte ogni anno, anche se solo un braccialetto o una borsetta.

Quest’anno la pandemia non ha lasciato posto allá moda di esprimersi in tutta la sua creativitá, ci sono  state delle sfilate virtuali, passerelle online o sfilate molto ridotte a cui hanno partecipato pochissimi invitati. Ció nonostante ecco che la moda si fa sentire lo stesso e ci propone anche quest’anno qualcosa di nuovo.

Le gonne di tulle  e vestiti trasparenti vanno forte, ci danno delle trasparenze provocanti e allo stesso tempo sono freschi per l’estate sopratutto; saranno lunghi de ampi, in qualsiasi colore e ricamati o lisci; le gonne si potranno abbinare a maglioncini di cotone con maniche tre quarti o camice leggere a maniche corte. I vestiti saranno impalpabili de eterei e si potranno indossare sulla lingerie che naturalmente non debe essere scelta a caso ma in contrasto o abbinamento al capo indossato, e sicuramente bella. Dior é uno di quelli che ci propone fantastiche combinazioni in blu intenso e spettacolare.

Il colore di moda sará il rosso acceso, anche nell’abbigliamento piú rigido e serio, ma anche il giallo fará capolino con prepotenza tanto da diventare un must-have del guardaroba per l’estate, trasparente, brillante ed allegro dará luce a qualsiasi pelle e sopratutto risalterá spettacolarmente quella abbronzata.

Altre protagoniste attese saranno le rush, ossia i plisseé, le arricciature, i piccoli volants, e si applicheranno ovunque; nelle maniche delle camice, dal collo allá cintura, verticali od orizzontali ma sempre rush. Divertenti daranno un movimento continuo al capo e si faranno notare.

Le spalle saranno un altro punto focale della moda primavera-estate 2021, saranno grandi, aguzze, arrotondate, bombate, ma sempre maxi. Ritorneremo un agli anni 80 ma in diverse versioni. Come Givenchy che ci trasporta al futuro con dei maniconi a punta come parte di un pezzo intero in pelle leggera tipo coccodrillo e marrón, molto spaziale.

I vestiti saranno a fantasi floreale, tipo campagnola, a quadretti Vichy colorati si posano come fossero allegre tovaglie. Avremo anche la sovraposizione delle stoffe come un vero mix and macht, fiorati e di toni somiglianti, perfetti per una gita in campagna ma anche per una passeggiata in cittá.

Gli hot pants, corti e cortissimi, quasi a mutandone, regneranno indiscussi nel ‘21, giacché sono sempre belli, freschi e adattabili ad ogni occasione, dalla mattina allá sera piú rigorosa. Saranno in colori brillanti e a fantasía di giorno e di sera potranno essere neri e pieni di paillettes. Lascieranno le gambre libere per cui bisognerá fare un pó di esercizio e qualche sessione di bellezza allo Spa, ma chi potrá permetterseli sará ricompensata dalle mille occhiate bramose di chi la ammirerá in questo outfit libero e audace. Miu Miu ha proposto in passerella degli hot pants in fantasía e colori corallo. Invece  Balmain ci da gli short piú o meno lunghi fin sul ginocchio, in normale jeans oppure in satin dai colori accesi quasi fluo, come il blu.

Per la primavera ci saranno i maglioncini leggeri e pieni di buchi a obló, come ci presenta Prada, naturalmente freschi e sbarazzini, che daranno possibilitá di vedere quello che c’e’sotto sia la pelle nuda o un altro capo, abbinati a gonnelloni ampi stile anni 50. Invece parlando di trafori, Hermes ci regala le reti a sbarre che si posano sui vestiti o pantaloni avvolgendoli sul corpo.

Ancora Fendi ci presenta i merletti, stavolta peró fatti col laser sulla stoffa; vestiti e camice saranno opere d’arte con questo look fallo stesso tempo con odore futurista; e Marco rambaldi invece ci propone i vestiti lunghi a crochet, molto retró, artigianali e coloratissimi tipo pachtwork, con spacco laterale o no. ma senz’altro deliziosi per il mattino-pomeriggio.

Versace e Jason Wu si affiancano con i colori a blocco che erano un pó passati di moda ma ora sono di ritorno; gonne di un colore e maglia di un altro, solido e deciso; indubbiamente danno un’aria di carattere e decisione oltre a sembrare un quadro astratto.

Reggiseni a balconcino famosi nelle star dei 50-60, risaltano incredibilmente il decolteé e ci fanno apparire decisamente sexy; ma oltre a questo bisognerá farli spuntare dal vestito e dello stesso colore, anche se ci saranno capi che avranno giá il taglio a balconcino come i vestiti di Versace, Elisabetta Franchi, Moschino in versione piú arrotondato.

Le borsette saranno maxi a pochette oppure stile hand bag ma grandi e le scarpe decisamente si punterá sulle famose “ballerine”in tutti i colori, materiali e versioni, con punta rotonda, quadrata, a punta, con cinturini, lacci o cordelli che avvolgono la caviglia, ma sempre basse basse.

La moda come in tutto quello che ha a che vedere con l’arte ‘e una manifestazione dei tempi che si vivono, della societá e cultura e quest’anno certamente non si puó fare a meno di considerare che sia stata influenzata moltissimo da tutte le restrizioni che si sono vissute, come il distanziamento sociale, la chiusura, la paura, che non hanno fatto altro che ispirare nei designers una gran voglia di libertá, spazio, apertura con le trasparenze, con i vestiti corti leggeri, con la voglia di evadere e riempirsi di allegria con i colori audaci, fluo, e misti a tutte le ore.

Lasciamoci trasposrtare da questa ondata di felicitá e spensieratezza almeno nella nosta mente e se si potrá poi materializzarla uscendo e riunendoci di nuovo personalmente con gli altri sará il lieto fine di una lungo brutto sogno.

Tags