Non basta una vita per leggere tutti i libri che ci sono al mondo. Purtroppo, bisogna fare una scelta: il genere preferito, l’autore preferito, la copertina che ci cattura di più. Insomma, tutti tutti proprio non riusciremo a leggerli ma forse ci possiamo portare avanti.

In quest’articolo vorrei proporre 10 libri per gli appassionati in materia “Il Santo Graal” una catena piena di misteri lunga oltre mille anni, un mondo enigmatico che si ingarbuglia tra storia, miti, legenda e falsità. I primi romanzi risalgono alla fine del dodicesimo secolo. Possiamo immaginare la quantità di poemi, saggi e romanzi scritti sulla materia, la mia scelta riguarda più per coloro che vogliano iniziarsi in questo mondo e non per gli esperti che sicuramente li avranno letti. Questa è l’occasione buona per aggiornare la vostra lista dei libri da leggere. Anche se la mia scelta non e di vostro gradimento scegliete un’altro genere e Buona Lettura l’importate e leggere.

Molti libri sono difficile da reperire sul mercato, oggi la tecnologia ci permette di scaricarli via internet in formato: Kindle, ePub, eBook e PDF.

Crociata contro il Graal di Otto Rahn, pubblicato nel 1933. Con la crociata contro gli Albigesi, scatenata nel XIII secolo dalla Chiesa di Roma per reprimere l’eresia càtara che aveva illuminato per quasi duecento anni il sud della Francia, si chiude per l’Occidente medioevale un’epoca incantata: la civiltà cavalleresca, animata da coraggio e lealtà, ingentilita dalla poesia e impreziosita da una profonda spiritualità, viene spazzata via con inaudita crudeltà. Cominciano qui i veri “secoli bui”, dominati dalla sprezzante signoria della materia — potere temporale dei papi, centralità del commercio, proliferazione delle banche, circolazione del denaro. Nel 1933 il tedesco Otto Rahn, appassionato studioso del Medio Evo, dà alle stampe Crociata contro il Graal, frutto di anni di ricerche volte a ricostruire la storia sconosciuta di quella civiltà raffinatissima e dimenticata, imperniata sul culto misterioso del leggendario Graal.

Figli del sangue reale. I segreti della dinastia Merovingia di Carlos Cagigal, Alfredo Ros, pubblicato nel 2005. Per secoli la credenza consolidata era che la dinastia merovingia si fosse estinta nel 755 con il suo ultimo re, che il Santo Graal potesse essere un calice e che Gesù di Nazareth come figlio di Dio non potesse avere fratelli, essere sposato e avere figli. Tuttavia, molte prove ci portano a credere il contrario. Nel 1999, durante un lavoro di ricerca storica, due giovani storici di nome Carlos Cagigal e Alfredo Ros trovano una fonte d'epoca antica che sarà il punto di partenza di un'appassionante indagine, che inizierà nella Francia del V secolo con lo sgretolamento dell'impero romano e l'instaurazione dei Merovingi come sovrani di tutti i popoli franchi, continuerà con il suo misterioso rovesciamento da parte dell'intendente Pipino il Breve, sempre con l'approvazione del Papa, il mistero sulla sua sopravvivenza e la sua possibile relazione nella leggenda di un discendente di Gesù Cristo, l'enigma del Santo Graal e Parsifal. La linea di sangue merovingia è sopravvissuta? Tracciando documenti, leggi e manoscritti dell'epoca, gli autori scoprono diverse linee storiche che dimostrano la sopravvivenza della dinastia e la connessione con diversi eroi della Francia medievale che furono immortalati dalla storia e dalla letteratura come i Trencavel e Parzival. Un'opera storica inedita che approfondisce la mitologia creata intorno al Santo Graal: le sue origini e i diversi significati, la sua manipolazione, gli obiettivi nascosti perseguiti dalla leggenda .... Il Santo Graal è stato generalmente identificato come il calice dell'Ultima Cena, la coppa di Giuseppe d'Arimatea, una ricerca di perfezione personale, o una teoria secondo la quale il Santo Graal nasconde il segreto del Sangue Reale di Gesù Cristo in allusione alla sua stirpe. Gli autori portano alla luce dati che potrebbero rivoluzionare tutta la storia del Santo Graal presentando per la prima volta uno dei documenti sconosciuti del Santo Graal.

I catari e il Graal di Michel Roquebert, pubblicato nel 1994. Nel 1182 o 83, Chrétien di Troyes scrive Perceval le Gallois o Il Racconto del Graal, su commissione del conte delle Fiandre, Filippo di Alsazia. Dopo il 1215, una seconda ondata offre altri due Seguiti e l'immenso corpus del Lancillotto-Graal che, sul piano del contenuto spirituale, culmina intorno al 1225 con La ricerca del Santo Graal. Il dato importante sta nel fatto che tutto il ciclo nasce e cresce contemporaneamente alla preparazione e lo svolgimento della crociata contro gli albigesi, cioè la lunga guerra suscitata dal papato romano per sradicare dalla regione della Linguadoca l'eresia catara. La domanda cruciale che sta alla base del lavoro dell'autore di questo saggio storico è: perché il ciclo del Graal si è sviluppato proprio nel tempo in cui la Chiesa mobilitava le coscienze contro la grande eresia dualista del catarismo? Il libro cerca di rispondere a questo quesito con una grande attenzione alle fonti storiche e attraverso un linguaggio chiaro e accessibile.

Il Libro del Graal Giuseppe di Arimatea, Merlino, Perceval di Robert de Boron, pubblicato 1200 circa. Poche storie sono state tanto feconde di sviluppi come quella del Graal, il recipiente in cui Gesù celebrò il sacramento eucaristico e nel quale Giuseppe di Arimatea, suo primo custode, avrebbe raccolto il sangue del Salvatore dopo la crocifissione. Pochi conoscono però quel "Libro del Graal" che è anche il più antico romanzo in prosa della letteratura francese. Nella trilogia narrativa che lo compone, databile ai primissimi anni del XIII secolo, la storia del Graal assume il carattere di una vera e propria Storia della Salvezza.

Il Mistero del Graal di Julius Evola, pubblicato nel 1937. Basandosi sui principali testi originali della leggenda, Evola spiega il senso del mistero del Graal, che ha un carattere iniziatico, legato a una tradizione anteriore e preesistente al cristianesimo, mentre presenta connessioni con l'idea di un centro del mondo e di un misterioso dominatore. Dalle varie avventure cavalleresche che si svolgono in un'atmosfera strana e surreale, egli indica il significato nascosto, che si rifa ad esperienze iniziatiche e a prove interne. Anche il simbolismo della 'donna' viene adeguatamente spiegato. L'esame si porta poi sul significato delle leggende del Graal nel Medioevo occidentale; considera quindi varie correnti che in un certo modo ripresero l'eredità del Graal dopo la distruzione dei Templari.

Il Santo Graal di Michael Baigent, Richard Leigh, Henry Lincoln, pubblicato nel 1982.
L’opera è generalmente considerato la "bibbia" del Priorato di Sion. Anche se gli attuali ricercatori del Priorato di Sion continuano a discutere sulla veridicità delle informazioni storiche contenute nel libro, c'è un accordo generale sul fatto che è stato particolarmente responsabile, nel b ene e nel male, di aver scatenato concetti storici e religiosi rivoluzionari che non erano mai stati studiati pubblicamente. Molti concetti vengono rivelati
come il Vangelo, i Templari e il Graal sono alcune delle conclusioni rivoluzionarie di quest'opera controversa. Nelle sue pagine, i ricercatori Lincoln, Baigent e Leigh esprimono i risultati di anni di arduo lavoro di ricerca. Pergamene cifrate, società segrete, cavalieri templari e storie di eretici catari e di un'antica stirpe reale francese, disegnano una nuova versione dell'origine del cristianesimo e dell'identità di Gesù Cristo stesso e dei suoi discendenti. L'Enigma Sacro è un eccezionale bestseller internazionale e, come dice il ricercatore Juan G. Atienza nel prologo di questa edizione, ci apre la porta per calpestare senza paura le lastre di un segreto secolare, il segreto per eccellenza di ciò che chiamiamo civiltà occidentale.

Il Tesoro maledetto di Rennes le Château di Gérard de Sède, pubblicato nel 1967. Alla fine dell’Ottocento, il piccolo villaggio di Rennes-le-Château fu teatro di una delle scoperte più favolose che si possano immaginare. Quale segreto nascondeva Bérenger Saunière, il sacerdote che, tra il 1891 e il 1917, spese più di un miliardo e mezzo di vecchi franchi. Ma soprattutto, per quale motivo chi si avvicina alla verità oggi come ieri mette in pericolo la propria vita.

Gérard de Sède prova a rispondere a tutte queste domande in modo preciso e obiettivo. Con tutte le morti violente che lo accompagnano, l’enigma di Rennes-le-Château non è qualcosa che si possa affrontare senza correre qualche rischio. Offre ai lettori tutti gli strumenti per approfondire una delle più fantastiche storie di tesori nascosti mai raccontate.

La tragedia dei Templari di Georges Bordonove, pubblicato nel 2014. Custodi del regno di Gerusalemme, i Templari rappresentano in Terra Santa, negli anni 1100-1200, il compimento dell'ideale delle Crociate. Sono amati, rispettati e temuti da tutti, compreso il re di Francia che, ammirato dalle loro capacità affida ai Templari di Parigi la gestione delle sue finanze. Eppure per questi prodi cavalieri francesi le cose cambiano repentinamente. Cade il regno cristiano di Gerusalemme e l'Europa ormai guarda altrove. Voci inattendibili e inesistenti, orchestrate ad arte, girano e si intensificano sui Templari, accusati di crimini che toccano l'ordossia religiosa e morale. L'autore ci fa partecipare all'ultima, tragica avventura dei fratelli del Tempio, sacrificati alla ragion di stato.
 
Metamorfosi del Graal di Francesco Zambon, pubblicato nel 2012. Fin dalla sua apparizione sulla scena letteraria, verso la fine del XII secolo, il Graal si presenta come un oggetto inafferrabile, in continua trasformazione: grande piatto contenente un'ostia, vaso in cui Giuseppe di Arimatea raccolse il sangue di Cristo, pietra discesa dal cielo. Ma le metamorfosi del Graal non finirono con la sua storia medioevale. Dopo una lunga eclisse, il mito fu recuperato in maniera originale da alcuni autori ottocenteschi e in particolare dal suo "inventore" moderno, Richard Wagner: il suo Parsifal è all'origine di un nuovo, vastissimo "ciclo del Graal", che comprende opere teatrali, narrative, storiche (o pseudostoriche), cinematografiche e altro, un ciclo al quale appartengono anche recenti successi come "Il Codice da Vinci" di Dan Brown. Sintesi di un ventennio di ricerche sulla letteratura cortese e cavalleresca e sui grandi miti che essa lasciò in eredità alla cultura europea, il volume offre una panoramica sull'evoluzione del mito del Graal nel medioevo e sul suo contesto letterario e religioso, proponendo anche un'indagine critica sulle sue riscritture e interpretazioni moderne e su molti luoghi comuni che circolano al suo riguardo nella letteratura commerciale e nei mass media.

Rosslyn Il misterioso tempio dei segreti del Santo Graal Marilyn Hopkins, Graham Simmans, Tim Wallace Murphy, pubblicato nel 1999. L'affascinante storia della Cappella di Rosslyn, in Scozia, destinazione finale della ricerca eterna del Santo Graal. "In questo libro, glia autori gettano una luce preziosa sulle origini e lo sviluppo dei sistemi di fede del mondo moderno.

Tags