Non basta una vita per leggere tutti i libri che ci sono al mondo. Purtroppo, bisogna fare una scelta: il genere preferito, l’autore preferito, la copertina che ci cattura di più. Insomma, tutti tutti proprio non riusciremo a leggerli ma forse ci possiamo portare avanti.

In quest’articolo ho scelto 10 libri di racconti, gialli, intrighi e di mistero, sono libri decisamente molto noti che, forse, per una ragione o per l’altra, non avete ancora letto. Questa è l’occasione buona per aggiornare la vostra lista dei libri da leggere. Anche se la mia scelta non e di vostro gradimento scegliete un’altro genere e Buona Lettura l’importate e leggere.

Anche se molti libri sono difficile da reperire sul mercato oggi la tecnologia ci permette di scaricarli via internet in formato: Kindle, ePub, eBook e PDF.

Angeli e demoni di Dan Brown, pubblicato nel 2000. Il romanzo si svolge attorno all'omicidio di uno scienziato, il cui corpo viene ritrovato marchiato da una scritta che sarà decifrata come simbolo di una setta. Sarà, lo studioso di simbologia Robert Langdon a cercare di scoprire tutti i misteri del caso.
Uno scontro tra scienza e religione, o tra ragione e credo, che attraversa l’intera opera votata ad una sorta di sfruttamento del sensazionalismo derivante da alcune delle più controverse e diffuse teorie antireligiose e cospirazioniste. Perfetta descrizione dei luoghi, molto chiaro e comprensibile.

Assassinio sull’ Orient Express, Agatha Christie, pubblicato nel 1934. Il romanzo narra i ragionamenti dell’ investigatore, Hercule Poirot, il quale ha come unico scopo quello di scovare un assassino, sull’ Orient Express è un treno passeggeri a lunga distanza messo in servizio dalla Compagnie Internationale des Wagons-Lits che collega Parigi Gare de l'Est a Costantinopoli (l'odierna Istanbul ). La trama è ricca di intrecci e colpi di scena e Agatha Christie riesce a catalizzare l’attenzione del lettore grazie al suo uso magistrale della supense. La storia di Assassinio sull’Orient Express è divisa in tre parti: la prima è il delitto e l’inizio delle indagini, la seconda riguarda le deposizioni dei personaggi e la terza è quella in cui tutte le tessere compongono il mosaico complesso dell’omicidio che fa risolvere il caso a Poirot.

Gorky Park di Martin Cruz Smith, pubblicato nel 1981. È è un romanzo a sfondo poliziesco, ambientato principalmente in Unione Sovietica. Il romanzo narra che tre corpi mutilati vengono scoperti sotto una profonda coltre di neve al Gorky Park di Mosca, Arkady Renko, capo della squadra omicidi, giunto sul posto dopo un agente del Kgb, si rende subito conto che non si tratta di un delitto comune. Portando avanti le indagini sul caso, ben presto Arkady scoprirà che queste tre vittime sconosciute sono in realtà al centro di un delitto singolare e spietato, solo apparentemente senza motivo, che potrebbe sconvolgere le basi stesse della società sovietica. Un thriller internazionale di rara tensione, insolita storia d'amore, romanzo che svela una Mosca finora sconosciuta.

Il Circolo Dante di Matthew Pearl, pubblicato nel 2003. Il romanzo incominci co il canto primo della Divina Commedia. In un'America appena uscita dalla guerra civile, un gruppo di letterati, tra i quali il poeta Henry Wadsworth Longfellow, lavora alla traduzione inglese della "Divina Commedia". La storia si dipana su disquisizioni storico accademiche all’interno di un ambiente universitario ma è anche un giallo che porta degli improbabili detective a cercare chi si cela dietro dei mostruosi omicidi. Un gruppo di letterati guidati dal poeta Longfellow mentre è occupato nella traduzione dei canti viene in qualche modo immischiato in una serie di omicidi le cui dinamiche ricordano molto le leggi del contrappasso dell’Inferno e quindi loro dovere morale all’interno del circolo Dante scoprire chi si cela dietro questi omicidi. Il libro è abbastanza lungo, può risultare pesante in certi punti ma è anche ricco d’ intriga e molto accurato dal punto di vista storico. I personaggi inseriti sono esistiti veramente ma la loro avventura è fittizia.

Il Codice Da Vinci di Dan Brown, pubblicato nel 2003. È un romanzo ricco di simbologia e mistero attraverso il quale la ricerca della verità diventa l’ossessione nello stesso lettore. Ogni simbolo nascosto, tracciato e da decifrare avrà bisogno di due menti: quella di Robert Langdon, professore di Simbologia Religiosa alla Harvard University, e di Sophie Neveu, agente del dipartimento di Crittologia della polizia giudiziaria.

È un thriller che ha riscosso un successo. Molte sono state le critiche mosse dagli storici, che trovano tante incongruenze, fatti non documentati e notizie che non corrispondono al vero. Così come molte sono state le critiche di coloro che hanno visto in questo romanzo la copia di alcune parti di altri libri, che accusavano lo scrittore di plagio.
Non manca ovviamente l’indignazione del mondo cattolico che non accetta la messa in discussione del Vangelo e di ciò che significa la religione.

Ma al di là di tutto questo, c’è da dire che Dan Brown ha scritto un buon libro. Inoltre ha aperto la porta a un genere che solo in questi ultimi anni si sta affermando su larga scala, facendo appassionare alle sue storie sempre piene di pathos e indizi da interpretare, lettori in tutto il mondo.

Il Codice del Quattro di Dustin Thomason, Ian Caldwel, pubblicato nel 2004. La trama si sviluppa intorno a una storia ambientata al college Princeton, dove si intrecciano le vite di 4 studenti. E’ un libro ricco di episodi mitologici, disegni, riferimenti misteriosi e frasi dal significato impenetrabile. Due dei 4 protagonisti, Tom e Paul, si impegneranno a risolvere gli enigmi nascosti nel libro proseguendo il lavoro iniziato anni prima dal padre di Tom e diventato poi oggetto della tesi di Paul.

Le pagine più avvincenti riguardano, infatti, la descrizione degli eventi storici del periodo in cui visse Francesco Colonna e l’incredibile progetto ideato da quest’ultimo per salvare le creazioni artistiche definite pagane dal folle Savonarola.
E soprattutto si delineano precisamente le psicologie dei personaggi, molto ben caratterizzati sia nelle loro personalità sia nei rapporti tra di loro e per ognuno si prova una simpatia sincera per le loro problematiche personali.

Il Falco Maltese di Dashiell Hammett, pubblicato nel 1929. Il romanzo narra che una giovane donna una mattina si presenta nell'ufficio dell'investigatore privato Sam Spade. Dice di chiamarsi Wonderly e di avere un grosso problema. Ma presto Spade si accorgerà che la sua cliente non è l'angelica creatura che appare. È invece una dark lady spietata, ipocrita e manipolatrice, disposta a tutto pur di entrare in possesso di un antico e prezioso manufatto, una statua d'oro e di gemme raffigurante un falco, donata dai Cavalieri di Malta all'imperatore Carlo V nel XVI secolo.

Il pendolo di Foucault di Umberto Eco, pubblicato nel 1988. E’ la storia di alcuni redattori milanesi, tra gli anni 70 e 80, Casaubon, Diotallevi e Belbo lavorano in una piccola casa editrice milanese, che inizia a specializzarsi in pubblicazioni esoteriche. E così un po' per lavoro, un po' per scherzo, i tre iniziano un curioso gioco, che definiscono "il Piano": reinterpretare gli ultimi sei secoli di storia nell'ottica del misterioso complotto che avrebbe avuto origine con Cavalieri Templari, ai tempi delle Crociate. Ma, iniziato come scherzo goliardico, il Piano inizia gradualmente a diventare qualcosa di più; ogni nuovo pezzo del puzzle che trova un suo posto nel disegno globale della storia, non fa che aumentare l'irrequietezza dei tre amici, che cominciano a temere di essersi infilati in un affare più grande di loro. È un romanzo complesso, rigoroso come un saggio, emozionante come un libro d’avventura, appassionante come un reportage storico, provocatorio e intrigante, pirotecnico, coltissimo, sofisticato.

L'ultimo Catone di Matilde Asensi, pubblicato nel 2001. La romanzo comincia con il ritrovamento del cadavere di un uomo etiope; sul suo corpo sono incise sette croci e sette lettere dell’alfabeto greco, che formano la parola stauros, il cui significato è croce. Suor Salina, paleografa esperta, è l’unica persona capace di risolvere questo oscuro enigma.
L’opera è un thriller teologico avvincente, un viaggio alla scoperta dei lati oscuri del Cristianesimo che unisce, con originalità, la reale cornice storica alla storia avventurosa, frutto dell’ingegno creativo dell’autrice. La narrazione, ricca di avvenimenti, articolata, ma, al tempo stesso, di facile lettura, spinge con curiosità il lettore a voler scoprire l’evolversi della trama narrativa.

Poirot sul Nilo o Assassinio sul Nilo di Agatha Christie
, pubblicato nel 1937. Considerata una delle sue opere migliori scritte dalla Christie. Il romanzo è ambientato su un battello a vapore in viaggio sul Nilo. Il protagonista del romanzo è il celebre investigatore belga Hercule Poirot. Una crociera che si rivela portatrice di morte, mentre gli omicidi si susseguono e sembra sempre più difficile venirne a capo, l'autrice alleggerisce un po' l'atmosfera con piacevolissime digressioni sull'Egitto e la sua storia e, tra una maledizione e uno scavo archeologico, il fascino dei misteriosi monumenti egiziani prende vita. Tema centrale del romanzo è la vendetta, la gelosia e l’avidità. Ogni personaggio a bordo del Karnak ha una propria storia personale che influenza il suo comportamento e il romanzo è pieno di possibili moventi, tanti quanto sono i personaggi, per uccidere, rendendo la trama ricca, intrigante ed estremamente complessa. Un giallo davvero bellissimo e molto coinvolgente.

Tags