Piatto ligure conosciutissimo dappertutto, sia sulle nostre tavole sia all’estero.  Forse non tutti sanno che il vero piatto comprende non solo l’uso del Pesto alla genovese per condire la pasta, ma vengo aggiunte anche alcune patate e fagiolini lessati, che conferiscono al piatto un gusto più completo e distribuito, senza dover esagerare con l’aggiunta di pesto che potrebbe rendere il piatto meno digeribile o con troppo sapore a aglio. 

Quindi, due ricette per cominciare il nuovo anno.

Ingredienti per 4 persone:

350 gr di trenette (o linguine).

80 gr di fagiolini verdi.

250 gr di patate.

20 gr di parmigiano grattugiato.

Sale q.b.

Per il Pesto alla genovese:

50 gr di foglie di basilico.

5 gr di aglio.

25 gr di pinoli.

30 gr di parmigiano grattugiato.

Olio extravergine di oliva q.b.

Sale q.b.

Preparazione: Prima prepariamo il pesto che servirà per condire la pasta al momento desiderato.

Il vero pesto alla genovese dovrebbe essere preparato utilizzando un mortaio, se no lo avete potete utilizzare un mixer elettrico che sminuzzi gli ingredienti senza però farli diventare poltiglia, perché e importante ricordare che è un pesto e non una salsa. 

Laviamo e asciughiamo bene le foglie di basilico e una volta asciutte le mettiamo nel mortaio (o nel mixer), aggiungiamo l’aglio sbucciato insieme ai pinoli e cominciamo a pestare aggiungendo gradualmente il formaggio e l’olio in modo che l’impasto risulti uniforme. 


preparazione del pesto alla genovese 02


Una volta pronto, mettetelo da parte, ricordando di aggiungere abbondante olio extravergine di oliva sia se lo consumate fresco, sia se lo volete utilizzare in seguito. 

Passiamo alla preparazione del resto. Riempiamo una pentola con acqua e mettiamoci dentro i fagiolini e le patate tagliati in piccoli pezzi.  Mettiamola sul fuoco e quando l’acqua bolle, aggiungiamo il sale. Quando sia i fagiolini che le patate risulteranno morbidi, aggiungiamo le trenette.

Quando tutto sarà cotto, coliamo con un colapasta, scolando bene, e serviamo nei piatti, aggiungendo il pesto, il formaggio e un po’ di olio a crudo.


Da abbinare sicuramente un vino bianco giovane, ricco di profumi (possibilmente erbacei), sapido, fresco e di medio corpo, come i liguri Pigato e Vermentino, o anche un Muller Thurgau del Trentino, o un Riesling del Pavese.


Buon Appetito! e Buon 2021!