La sua preparazione è molto semplice ed è un’ottima alternativa al classico panino; possono essere preparate la sera prima e cosi saranno pronte ad essere farcite con affettati e formaggi a piacere il giorno seguente.


Ingredienti

  • 450 g Farina 0 (manitoba).
  • 80 g Strutto.
  • Sale q.b. (un pizzico).
  • 1 cucchiaino Bicarbonato.
  • Zucchero q.b. (un pizzico).
  • 100 ml Latte intero.
  • 150 ml Acqua

Preparazione: Mettiamo in un recipiente la farina, il sale, lo zucchero ed il bicarbonato e mischiamoli con forza. Se si possiede una planetaria, questa operazione si può fare con essa. Aggiungiamo lo strutto al resto dell’impasto amalgamandolo con un mestolo di legno. Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati, iniziamo ad aggiungere il latte e l’acqua, mischiati assieme, a filo ed impastiamo fino a ottenere un composto piuttosto elastico.

Quando tutto il latte e l’acqua sarà assorbito, disponiamo l’impasto su un tavolo da lavoro infarinato e lo lavoriamo per una decina di minuti e quindi formiamo una palla, che faremo riposare in frigo per circa un’ora. Se si usa la planetaria l’operazione si fa con l’utensile a gancio. 

Trascorso il tempo di riposo, togliamo l’impasto dal frigo, lo dividiamo in 6 palline che spianeremo con il mattarello fino ad ottenere un disco di circa 3 millimetri di spessore e del diametro di circa 25 centimetri.

Mettiamo a scaldare sul fuoco, una padella antiaderente od una piastra liscia in ghisa e, quando sarà calda, ci mettiamo a cuocere i dischi ottenuti, circa un minuto circa per ogni lato (comunque fino a quando non si saranno abbrustolirsi leggermente) e a questo punto, la nostra piadina romagnola sarà pronta per essere farcita con quello che vogliamo (verdure, formaggi, salumi, etc.). 

Se non vuoi utilizzare lo strutto, per preparare la piadina romagnola si può sostituirlo con la stessa quantità di olio: per metà olio di semi e per metà olio extravergine d’oliva. 

Buon Appetito!