Apprezzatissimo dalla popolazione locale, tanto che si dice che “chi lo assaggia una volta non va più da Genova”. Tempi addietro, questa pietanza veniva offerta ai marinai da osterie galleggianti con tanto di cucine a bordo, attraccate nel porto di Genova, in coppette di terracotta “na xatta“.

Ingredienti per 4 persone.

  • 200 gr di fagioli.
  • 300 gr di pasta per minestra.
  • 100 gr di fagiolini.
  • 2 patate.
  • 2 zucchine.
  • 1 gambo di sedano.
  • 1 carota.
  • 1/2 cavolo cappuccio.
  • 2 cucchiai di pesto genovese.
  • 1 spicchio d’aglio.
  • Sale

Preparazione: Laviamo e sbucciamo le patate e le tagliamo a piccoli tocchetti, facciamo lo stesso con le zucchine e le carote mondate e con il gambo di sedano. Laviamo bene il cavolo cappuccio e tagliamo anche lui a piccoli pezzettini. Prendiamo una pentola capiente e vi aggiungiamo tutte le verdure. Laviamo anche i fagiolini e tagliamoli a tocchettini e aggiungiamoli insieme ai fagioli nella pentola. Riempiamo la pentola con acqua e sale e portiamo ad ebollizione. Facciamo bollire tutte le verdure per circa 1 ora come la preparazione di qualsiasi minestrone. Spegniamo.

Prendiamo una padella e facciamo soffriggere l’aglio con un filo di d’olio extravergine di oliva per un paio di minuti. Versiamo l’olio con l’aglio nella pentola con il resto del minestrone. 

Rimettiamo sul fuoco il minestrone, quando bolle, aggiungiamo la pasta (i ditalini) e continuiamo la cottura. Appena la pasta è cotta, versiamo nel minestrone 2 cucchiai di pesto genovese (Trenette al pesto) e serviamo ben caldo, guarnendo con delle foglie di basilico fresco.

Si abbina bene con un bianco, fermo, secco, leggero tipo il Parrina DOC Vermentino.

Buon Appetito!