Il nome dovrebbe indicare dei piccoli tordi, e questi gnocchetti di pasta aromatizzata all’arancia e cannella vengono imbevuti di vino dolce cotto e miele. Sono delle vere leccornie e venivano tradizionalmente preparati durante il periodo natalizio.

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di Farina.
  • 200 ml di vino dolce o vermouth.
  • 1 scorza d’Arancia.
  • Chiodi di Garofano, Cardamomo, Anice, Cannella.
  • Miele q.b.
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva.
  • Olio per friggere.
  • Sale

Preparazione: Prendiamo un pentolino a aggiungiamoci il vino bianco, la scorza di una arancia, i chiodi di garofano e le altre spezie, cannella, anice, cardamomo, ecc. Scaldiamo il vino fino a bollore e continuiamo la cottura per un paio di minuti. Spegniamo e lasciamo raffreddare. 

Se si ha del Vermouth (un vino dolce molto aromatizzato) si può omettere il passaggio che riguarda la preparazione del vino aromatizzato.

Su una spianatoia, versiamo la farina a fontana con un incavo al centro, in cui verseremo il vino cotto dolce ed un cucchiaino abbondante di cannella in polvere. Impastiamo il tutto per bene fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico.

Prendiamo delle porzioni dell’impasto e le arrotoliamo sulla spianatoia infarinata in modo da ottenere dei bastoncini di circa 2 cm di diametro. Tagliamo i bastoncini in tanti piccoli pezzi (come per gli gnocchi) di circa 3-4 cm di lunghezza.

Prendiamo ognuno degli gnocchi e lo passiamo su una tavoletta rigata, in modo da dargli la rigatura, premendo per dargli un piccolo incavo. Se non avete la tavoletta rigata, potete usare una forchetta per dargli la rigatura.

Prendiamo una pentola per friggere, la riempiamo di olio per friggere e lo portiamo a temperatura alta. Friggiamo i turdilli un po’ per volta, in modo che non si aderiscano l’uno con l’altro e favorendo la cottura. Quando sono ben dorati, scoliamoli per bene utilizzando un mestolo forato, e li lasciamo asciugare su uno strato di carta assorbente in modo da rimuovere l’olio in eccesso.

Prendiamo un piccolo tegamino e scaldiamoci il miele, che quando è caldo diventerà più fluido. A questo punto lo prendiamo per bagnare i turdilli sopra un piatto di portata.  Se si vuole, si possono insaporite con un’ulteriore spolverata di cannella. 

Servite i turdilli ben caldi. A volte al posto del miele, vengono immersi nel vino cotto.

Buon Appetito!