Infatti questo piatto è arricchito dalla presenza dell’uva passa (e, in una variante, anche delle noci) che lo arricchiscono con il contrasto tra il croccante delle noci e il dolce a consistenza morbida dell’uvetta. La ricetta originale prevede che il tegame con il baccalà, sia messo a cuocere nel camino, completamente ricoperto dalla cenere. Durante il tempo di cottura, che può variare dai 30 ai 45 minuti, il baccalà andrebbe cosparso con una miscela di olio e vino e insaporito con qualche foglia di alloro.

Ingredienti per 4-6 persone:

  • 750 g Baccalà.
  • 200 g Mollica di Pane.
  • 6 Patate medie.
  • 4 Pomodori maturi.
  • 1 spicchio di aglio.
  • 1 mazzetto di Prezzemolo.
  • 3 cucchiai di uva sultanina o uvetta secca.
  • 4 cucchiai di Origano secco.
  • Olio di Oliva Extravergine q.b.
  • Sale q.b.

Preparazione: Per prima cosa dobbiamo mettere in ammollo il baccalà la sera prima, in modo che si reidrati.  

Sbollentiamo i pomodori per un minuto, spelliamoli e eliminiamo i semi. Tagliamo la polpa a filetti e li facciamo sgocciolare. Ammolliamo l’uvetta nell’acqua tiepida, tritiamo l’aglio e il prezzemolo. 

In una ciotola, sbricioliamo la mollica di pane e aggiungiamo il trito di aglio e prezzemolo, 4 cucchiai di origano, l’uvetta strizzata e mescoliamo unendo a filo l’olio necessario affinché la mollica ne sia ben impregnata. Mescoliamo per bene, aggiustiamo di sale e aggiungiamo olio se vediamo che la mollica e ancora asciutta. 

Versiamo un filo di olio in una pirofila o in una teglia e adagiamo il baccalà, cospargiamo uniformemente il pesce con il composto di mollica, distribuiamo i filetti di pomodoro sul baccalà in modo da formare un decoro a lisca di pesce.

Sbucciamo e laviamo le patate, le affettiamo e le sistemiamo intorno al baccalà. Aggiungiamo ancora un filo di olio e copriamo la pirofila o la teglia con un foglio di carta alluminio e cuociamo in forno caldo a 180° per 25 minuti. Togliamo la carta e proseguiamo la cottura per 10 minuti finché la crostina di pane sarà dorata e croccante.

Consigliamo un vino rosso come il Trebbiano d’Abruzzo.

Buon Appetito!