Continuiamo in Veneto con un’altra ricetta tipica, il

Baccalà alla Vicentina

, cucinato nell’omonima città di Vicenza, è una pietanza molto popolare soprattutto durante il periodo quaresimale.

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 gr di stoccafisso secco
  • 2 cipolle di media misura
  • 80 ml di olio extravergine d’oliva
  • 2 sardine sotto sale
  • 350 – 550 ml di latte fresco intero
  • 1 cucchiaio di farina 00
  • 2 cucchiai di formaggio grana grattugiato (facoltativo)
  • un ciuffo di prezzemolo tritato
  • polenta per servire
  • sale e pepe

Procedimento

: Mettiamo in ammollo lo stoccafisso in acqua fredda, cambiandola ogni 4 ore, per 2-3 giorni, fino ad ammorbidirlo.

Trascorso questo tempo, lo tagliamo a pezzettoni e li sbollentiamo in acqua, lo puliamo eliminando le lische e la pelle e lo mettiamo da parte.

Rosoliamo le cipolle affettate finemente in un tegame con l’olio d’oliva, aggiungiamo le sardine tagliate a pezzetti, poi i pezzi di stoccafisso spolverati con la farina. Rosoliamo tutto a fuoco medio, quindi versiamo il latte e cuociamo molto lentamente a fuoco bassissimo per almeno 3 ore. Aggiungiamo dell’altro latte se fosse necessario durante la cottura.

A cottura ultimata regoliamo di sale e pepe e aggiungiamo il prezzemolo tritato.

Affiche il sapore sia migliore, si consiglia di lasciarlo riposare per almeno 12 ore, e prima di servirlo, riscaldarlo aggiungendo un goccio di latte. 

La tradizione vuole che, prima d’esser servito, il baccalà alla vicentina venga mantecato con il formaggio grana grattugiato e un filo d’olio d’oliva, ma se non vi piace il formaggio abbinato al pesce, potete ometterlo.

Una volta pronto, si serve assieme a della polenta fumante, irrorato, se volete da un filo d’olio d’oliva.

Buon Appetito!