La nostra inviata all'evento Paola Pisanelli Nero era presente ieri alla proiezione de "Le Sorelle Macaluso", film italiano in concorso, diretto da Emma Dante e interpretato da Donatella Finocchiaro, Eleonora De Luca e Ileana Rigano.

Emma Dante torna al Lido sette anni dopo il debutto di Via Castellana Bandiera, tratto da uno dei suoi romanzi e che è valso a Elena Cotta una sacrosanta Coppa Volpi. Le sorelle Macaluso, invece, hanno portato al regista il Premio Ubu, il premio più prestigioso per chi lo vive, lo respira e lo porta in giro per il mondo. Le opere di Dante sono entità viventi, fatte di materia pulsante, che si aggrappano ai sensi e ai ricordi dello spettatore. La storia di Maria, Katia, Pinuccia, Antonella e Lia, che vivono insieme in una grande casa in un edificio che sta cadendo a pezzi a Palermo, in Sicilia, non è diversa. Li vediamo crescere, diventare adulti ed invecchiare, alcuni se ne vanno, forse ritornano, altri vi restano per sempre, mentre il mondo là fuori continua.

"Spero che questa famiglia di donne di tre generazioni possa riportare il ricordo di noi ragazze all'interno delle stanze dell'infanzia, dove eravamo sorelle", ha detto Emma Dante, per la quale il concetto di famiglia è fondamentale e che, come altri elementi primordiali e universali, ne fa un teatro senza confini, anche linguistici. Il dialetto palermitano ha una musicalità che, unita al gesto e al ritmo, non può essere fraintesa da nessuno. Tutto questo si trova sul grande schermo in "Le sorelle Macaluso", un film supportato da una regia e una scrittura rigorose, firmato con Giorgio Vasta ed Elena Stancanelli, quest'ultima al suo debutto come sceneggiatrice. E poteva succedere solo a Emma Dante, che era conosciuta quando entrambi frequentavano l'Accademia d'Arte Drammatica Silvia D'Amico a Roma.

Le strade possono essere diverse, ma come è stato detto, sono fortemente unite come sorelle. Come le attrici che hanno assunto il ruolo delle cinque sorelle nelle tre diverse fasi della loro vita. Accanto a Donatella Finocchiaro ci sono quasi tutte le debuttanti del cinema Alissa Maria Orlando, Susanna Piraino, Anita Pomario, Viola Pusateri, Donatella Finocchiaro, Serena Barone, Simona Malato, Laura Giordani, Maria Rosaria Alati, Rosalba Bologna e Ileana Rigano. Attenzione a Eleonora De Luca, presente anche a Padrenostro. Sentiremo parlare molto di lei.

Nella foto al centro Paola Pisanelli Nero, alla sua destra il direttore della fotografia del film russo "Conferenza", alla sua sinistra il famoso stilista italiano Anton Giulio Grande.