I settori che generano il maggiore impatto sull'economia e generano posti di lavoro saranno i primi a riattivarsi secondo rigidi protocolli di sicurezza, ha affermato il vice ministro delle finanze, Jorge Almengor.

Il governo nazionale, attraverso il ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) e il consiglio sanitario, analizza i settori dell'economia panamense che costituirebbero il primo gruppo della riapertura graduale dell'attività economica.

Ha aggiunto che le variabili considerate per tale riapertura sono: la generazione aggregata economicamente nel prodotto interno lordo (PIL), nonché quelle che generano posti di lavoro e la loro incidenza nella circolazione del denaro nel paese.

Vi sono altri componenti come il settore del consumo al dettaglio che ha generato attività economiche durante la crisi, a causa del servizio che produce, ma si cercherebbe un modo per aprire uno spazio che consentirebbe loro di reintegrarsi nella generazione economica. Allo stesso modo, sarebbe fatto con i settori della logistica e delle costruzioni, in quanto è un alto generatore di posti di lavoro, ha sottolineato Almengor.

Ha sottolineato che "l'intenzione è di tornare a un livello di normalità, con nuove misure sanitarie gestite dal Ministero della Salute (MINSA) come l'uso di una maschera, una migliore igiene personale, manuali di procedure di biosicurezza per garantire che le merci e i servizi che vengono prodotti sono gestiti in modo appropriato ed evitano una ricrescita ”.

È importante che, quando la situazione è controllata, venga effettuata una revisione lenta, con gli appropriati controlli sanitari, per reinserire i settori economici che contribuiscono maggiormente dal punto di vista economico e la generazione di occupazione per tutti i panamensi colpiti dalla pandemia , ha concluso il vice ministro delle finanze.