Il mondo sta cambiando rapidamente e la vita ci sta rendendo parte di una nuova realtà economica. Stiamo cambiando il nostro modo di vivere e lavorare a causa del Covid 19, ma stiamo anche cambiando il modo di pensare. Salute e tecnologia stanno venendo alla ribalta. E quel cambiamento ci sta rendendo più consapevoli di dare la priorità a ciò che non era prima. Anche quando nei prossimi mesi verrà raggiunta una cura, attraverso il vaccino Covid 19, la popolazione sarà più consapevole e cauta riguardo alle misure sanitarie per l'acquisto di un prodotto o servizio. In termini di assicurazione personale, è stata una delle voci di servizi tangibili nell'economia che ha ricevuto la maggior accettazione negli ultimi mesi, poiché la tendenza ha portato a considerare l'assicurazione sanitaria come una priorità in questo momento di pandemia. A Panama, dopo l'unificazione dei criteri della maggior parte delle compagnie di assicurazione, è stato istituito per coprire il Covid 19, nonostante il fatto che le condizioni generali delle politiche sanitarie stabilissero il contrario poiché un virus, classificato come una pandemia, non è coperto. Questo nuovo regolamento è stato applaudito a Panama e ha permesso a tutti di acquistare una polizza sanitaria o di ricovero ospedaliero. Le misure di accettazione dei clienti, relative all'acquisizione dell'assicurazione di ricovero ospedaliero, varieranno in ciascuna compagnia assicurativa. In modo tale da non implicare un rischio maggiore nelle riserve a causa dei sinistri generati dall'assicurato. Le misure di prevenzione e filtraggio adottate dalle diverse compagnie assicurative vanno dall'attuazione di questionari basati sull'attività delle prospettive negli ultimi tre mesi; o limitando nelle persone oltre i 60 anni. Altre compagnie assicurative hanno ampliato le prove mediche da eseguire per persone di età pari o superiore a 60 anni. Data l'attuale situazione, i Cias. hanno ampliato le loro nicchie di prospezione in termini di canale per l'ottenimento di polizze sanitarie: ai bambini single, alle persone terze (secondo la compagnia assicurativa), agli stranieri con o senza residenza, e ha aperto la bussola per i lavoratori informali o indipendenti. I prodotti a loro volta si sono diversificati in termini di costi e benefici. Oggi esiste un ampio portafoglio di opzioni in termini di copertura che vanno da 50.000 a una copertura fino a 5 milioni e possono essere con copertura locale o internazionale, con copertura rinnovabile o a vita. Per quanto riguarda i nostri compatrioti o italiani non residenti a Panama, che si trovano nel paese ma non hanno ancora i loro documenti di immigrazione legalizzati, possono essere assicurati con una polizza sanitaria senza alcun problema. Esistono piani sanitari per alcune aziende. che solo presentando la loro copia del passaporto possono essere sicuri (dipenderà dalla loro età e dal grado di preesistenza medica che potrebbero dover ottenere l'assicurazione). In che modo Covid-19 sarà coperto dalle politiche sanitarie? Ogni compagnia assicurativa avrà il proprio protocollo per gli assicurati che vengono infettati dal virus. In generale, la persona interessata dovrebbe inizialmente contattare la propria compagnia di assicurazione e dichiarare la gravità del caso e se già meritano di andare in ospedale. L'assicurato riceverà le linee guida in modo tale che, al momento di entrare in ospedale, presentino la loro tessera assicurativa e possano quindi utilizzare la loro polizza. Se si verifica che il cliente merita il test Covid 19 a causa dei sintomi che presenta, sarà coperto dalla compagnia di assicurazione che lo ha stabilito nei suoi protocolli. Ecco il protocollo esposto ai suoi clienti dalla compagnia assicurativa Pan American Life al momento dell'infezione da Covid-19 a Panama: In linea con le raccomandazioni del Ministero della Salute, in merito alla massificazione del test per diagnosticare la presenza del virus SARS CoV-2 (COVID-19) e tenendo conto del fatto che questo test è già disponibile in diversi ospedali e laboratori del settore privato, vogliamo spiegare passo dopo passo i criteri che prenderemo in considerazione per la copertura di questo test. 1. Paziente con malattia respiratoria acuta caratterizzata da febbre o tosse e almeno uno dei seguenti sintomi: • Mal di gola o • Rinorrea o • Mancanza di respiro o • feci diarroiche 2. E presentare anche una delle seguenti condizioni: • Risiedere o con una storia di viaggio, da un luogo in cui è stata segnalata la trasmissione attiva del virus nei 14 giorni precedenti la comparsa dei sintomi o • Avere avuto contatto con un caso confermato di COVID-19 negli ultimi 14 giorni dalla comparsa dei sintomi. Sulla base di questa definizione, per tutte le cure mediche in cui è necessario scartare COVID-19, stiamo fornendo copertura attraverso una pre-autorizzazione, presentando i seguenti requisiti: 1. Rispettare la definizione di caso sospetto indicata dal Ministero della Salute. 2. Se l'assistenza viene eseguita in pronto soccorso, non è richiesta alcuna autorizzazione preventiva (si applica la definizione di condizioni dettagliate critiche). Il fornitore (ospedale) deve allegare una copia del risultato del test COVID -19 per il pagamento del reclamo. 3. Se l'assistenza viene effettuata direttamente in un laboratorio esterno, è necessario un modulo di pre-autorizzazione, debitamente compilato e firmato dall'assicurato e dal medico curante. Inoltre, un riepilogo dell'assistenza che comprende sintomi, tempo di evoluzione e storia del viaggio e / o dei contatti. Il fornitore deve allegare una copia del risultato del test COVID -19 per il pagamento del reclamo. Punti indispensabili per questo protocollo: • Per la procedura di approvazione, la documentazione deve essere inviata a apreautorizaciones.pa@palig.com • Una volta ricevuto, verrà elaborato e risposto entro un tempo massimo di 4 ore, applicando coassicurazione, copays e /o franchigie secondo le condizioni della polizza. • È importante seguire queste istruzioni per intero, altrimenti la copertura verrà rifiutata. Molti pazienti oggi, quando usano la loro politica sanitaria, hanno avuto un supporto soddisfacente in quanto hanno la possibilità di ricorrere a un ospedale privato con un'attenzione più personalizzata e di poter ottenere farmaci che in altri casi sarebbero difficili da ottenere. A titolo di dati statistici complementari, al 3 maggio il totale dei test effettuati a Panama è stato di 34.459, con un totale di 200 decessi e 641 recuperati dai laboratori e 2.503 recuperati clinicamente. È probabile che questa cifra varierà a seconda dei cambiamenti nelle misure di risanamento adottati dal Ministero della Salute nei prossimi giorni e del comportamento della popolazione alla luce delle norme stabilite. È importante sottolineare che dei paesi della regione siamo attualmente il paese con uno dei tassi di mortalità più bassi e il numero di persone in terapia intensiva è rimasto invariato negli ultimi giorni, il che è positivo, con Costa Rica e Uruguay con un minor numero di infetti e deceduti. Anche se Panama è un paese di transito (A Hub) motivato dal turismo ed essendo un paese di transito, ha generato un numero plurale di contatti infetti (con ceppi di virus che sono arrivati ​​nel paese tra febbraio e marzo da diverse latitudini come Asia, Europa e gli Stati Uniti), nonostante i controlli ai tempi della chiusura delle frontiere consentissero che l'impatto delle persone infette non fosse maggiore. Pertanto, è importante mantenere le normative sanitarie e rispettare la popolazione in modo da poter emarginare il virus e chiuderlo nei settori più vulnerabili del paese, che sono attualmente la capitale e il Panama occidentale. Secondo i medici e le epidemiologie del paese, era chiaro che l'isolamento è una misura efficace per ridurre la curva di incidenza e che non tutti i casi di contagio si manifestano contemporaneamente o in un breve periodo di tempo, si desidera che i casi compaiano in un periodo di tempo più lungo, in modo che il sistema sanitario possa occuparsene e non collassare. Resta inteso che molto probabilmente, anche con l'isolamento, il paese finirà per avere un numero elevato (e simili che se non ci fosse isolamento), e ciò consentirà una migliore assistenza ed eviterà il caos. Inoltre, il "tempo di acquisto" aumenterà la possibilità che emerga un vaccino e / o che vengano scoperti trattamenti più efficaci e che si possano salvare più vite. Segnalare un numero indeterminato (e forse in aumento) di casi asintomatici ha il suo lato negativo (che probabilmente stanno trasmettendo la malattia), ma il suo lato positivo è che molte persone passeranno la malattia (e quindi acquisiranno l'immunità) con pochi o nessun sintomo e senza sovraccaricare il sistema sanitario. Dopo qualche tempo ci sarà un numero significativo di persone con immunità al virus e perderà la sua efficienza di trasmissione. Questa è la cosiddetta "immunità da gregge", molte persone immuni intorno a te possono "proteggerti" perché riduce la circolazione del virus, anche se non hai l'immunità Infine, ti chiederai cosa succede senza che una persona venga infettata e si riprenda? Potete comprare un'assicurazione sanitaria? Naturalmente, in alcune compagnie assicurative come Pan American Life è stabilito che puoi considerare di acquisire la tua assicurazione sanitaria dopo 90 giorni dal momento della dimissione a causa della conferma negativa del test e devi aggiungere un risultato emocromo recente e radiografia del torace (non più di una settimana dalla data di ricezione della documentazione) È molto probabile che quando questo articolo è stato pubblicato, la tendenza delle persone colpite sia variata, consentendo l'uscita graduale all'attuale quarantena, ma spetterà a ciascuno di noi prendere le nostre misure precauzionali e sanitarie in modo da non essere una delle statistiche infette.