Economia

Confindustria: l’appello delle aziende del Nord per la riapertura

.

6/10/2020 6:09:35 PM


Dal Nord Italia, territorio in cui è dislocata la maggior parte delle industrie italiane, arriva un appello per la ripresa delle attività e la difesa dei luoghi di lavoro per fronteggiare l’emergenza a causa del Coronavirus. La Confindustria di Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto ha sottoscritto un documento nel quale si spiegano le ragioni per cui è necessaria una pronta ripresa delle attività lavorative sospese dal lockdown del Governo.





Tra le richieste della Confindustria delle quattro regioni più industrializzate d’Italia vi è la definizione di “una roadmap per una riapertura ordinata e in piena sicurezza del cuore del sistema economico del Paese".





Se il trend relativo ai contagi e ai decessi per il Coronavirus in Italia dovesse proseguire così anche nei prossimi giorni, a partire da Maggio il Governo potrebbe fissare l’inizio della Fase 2 del lockdown. “Le imprese- si legge nel documento- devono poter riaprire, ma è indispensabile che lo facciano in assoluta sicurezza, tutelando tutte le persone”.





La salute è un obiettivo imprescindibile, da tenere in conto nel piano di riapertura programmata delle singole attività produttive. Anche nella fase 2, altrettanto delicata, bisognerà rispettare rigorosamente le norme sanitarie e il necessario distanziamento sociale.





Se non si riparte a breve, la Confindustria teme che l’Italia spenga definitivamente il proprio motore e che poi sia difficile farlo rimetterlo in marcia come si deve.