Sapevate che…

Il lago di Natron, in Tanzania settentrionale nella Rift Valley africana a circa 600 metri di altitudine, si trova ai piedi del vulcano "Ol Doinyo Lengai". Nell'acqua si dissolvono alte concentrazioni di carbonato di sodio, che fluiscono dal vicino vulcano. La sua alcalinità può raggiungere un pH fino a 10,5, la sua acqua rossa brillante si riscalda fino a 60 °C e i suoi sali sono in grado di fossilizzare rapidamente le creature che vi si avvicinano. 

Lago Nyos, questo lago si trova in Camerun sulla sommità di un vulcano spento, ma che continua ad emettere di tanto in tanto massicce quantità di anidride carbonica. Nel 1986, 1700 persone nel raggio di 27 km dalla posizione del lago hanno perso la vita per intossicazione da CO2. Dal 2001 è attivo un sistema di tubature per assorbire le emissioni gassose. 

Il Lago Karachai negli Urali meridionali, in Russia, sembra un posto da sogno, ma nuotare per un'ora nelle sue acque può segnare la condanna a morte. Nel corso degli anni vi sono finite così tante scorie radioattive che anche solo transitare sulle rive di questo lago espone a serie conseguenze. 

Lago Kivu, in Ruanda. A prima vista sembra un lago pacifico e invitante, ma nelle sue profondità si nasconde un'elevata concentrazione di anidride carbonica e metano. I rilevamenti continui nell'area hanno evidenziato un aumento sempre crescente della quantità di metano emesso, e questo fa pensare agli esperti ad una preoccupante esplosione che potrebbe coinvolgere un gran numero di persone.

Il Lago Bollente è un cratere, in parte sommerso, nel Parco Nazionale Morne Trois Pitons nell’isola di Dominica appartenente al Mar dei Caraibi, ed è grande circa 63 metri e si trova nella Valle della Desolazione in una zona di intensa attività vulcanica. Il lago è pericoloso in quanto farsi il bagno potrebbe addirittura causare la morte ma anche il solo avvicinarsi potrebbe provocare ustioni gravi alla pelle.

Il lago Manoun situato nella parte occidentale del Camerun, in Africa, nell’agosto 1984 improvvisamente ha raggiunto una grande quantità di anidride carbonica che ha ucciso 37 persone vicino alla riva.

Il lago acido di Dallol, situato nel deserto della Dankalia in Etiopia, il lago giallo è uno dei luoghi più suggestivi e mozzafiato dell’intera Africa. Per effetto dell’attività dell’omonimo vulcano situato nella stessa zona, le caldissime acque del bacino – che raggiungono gli 80 gradi – ribollono continuamente rilasciando vapori e soluzioni saline nell’ambiente circostante. Il giallo, che gli conferisce un curioso aspetto oleoso, è il colore predominante del lago; ma non mancano sfumature di verde e di oro e depositi salini multicolore – come ad esempio quelli rosa e neri -. Il lago, che è una delle zone più calde e ricche di potassio del pianeta, è interamente circondato da piccoli gayser e sorgenti.

Tags