Sapevate che…

Nikola Tesla è stato uno dei grandi inventori del XIX secolo, anche se non è mai diventato famoso come il suo arcinemico Thomas Edison, che, oltre ad essere il suo più grande rivale, era anche il suo capo.

Soffriva di un disturbo ossessivo compulsivo e di insonnia, gli bastava 2 ore di sonno a notte per riposare. E inoltre era letteralmente ossessionato dal numero 3: una delle sue manie era quella di pulire la stanza in cui mangiava con 18 (un multiplo di 3) fazzoletti prima di ogni pasto.

Nacque durante un violento temporale, in una regione dell'impero ungherese che oggi corrisponde alla Croazia, alla mezzanotte tra il 9 e il 10 luglio 1856. La leggenda di famiglia narra che a metà del parto ci fu un lampo che fece dire alla levatrice: "Questo bambino sarà un figlio delle tenebre", ma la madre rispose: "No. Sarà un figlio della luce”.

Aveva un'ottima memoria fotografica, che lo rendeva capace di ricordare all'istante dettagli ben precisi di una particolare situazione.

Tesla ipotizzò la tecnologia internet quasi un secolo prima della sua invenzione. Sebbene non nei dettagli, Tesla descrisse un dispositivo di piccole dimensioni, da tenere nelle mani, capace di immagazzinare dati e di inviarli ad un altro dispositivo analogo: tutto questo assomiglia ai moderni smartphone e alla tecnologia internet senza fili.

Alla sua morte i suoi beni furono confiscati da un ente che all'epoca aveva il compito di custodire dati sensibili e pericolosi. Alcuni dei suoi libri e quaderni di appunti furono poi rilasciati alla famiglia e al museo che ancora oggi mostra i suoi averi, ma un gran numero di oggetti rimane tutt'ora sotto la custodia del governo americano.

La Tesla Science Center ha raccolto abbastanza denaro da costruire una statua alta due metri, in cui è stato incorporato un hotspot Wi-Fi ed una capsula del tempo, che verrà aperta nel 2043. 

Tesla Motors Inc nota azienda statunitense specializzata nella produzione di auto elettriche, pannelli fotovoltaici e sistemi di stoccaggio energetico. È chiamata così in onore a Nikola Tesla.

Tags