Sapevate che…

Leonardo Da Vinci era figlio illegittimo nacque nel 1452 ad Anchiano vicino a Vinci, in quella che oggi è la regione italiana della Toscana. Suo padre era il notaio Messer Piero Frusoni di Antonio da Vinci. Si ritiene che sua madre, Caterina, fosse una contadina. Tuttavia, alcuni esperti credono che Caterina fosse in realtà una schiava di proprietà di Messer Piero. I genitori di da Vinci non si sono mai sposati. E quando sua madre lo ebbe, il giovane da Vinci visse con lei fino all'età di 5 anni e poi si trasferì nella casa di suo padre.

A differenza di altri noti artisti rinascimentali, Leonardo da Vinci non ricevette mai un'educazione formale. Tuttavia, ha ricevuto un'istruzione a casa in materie come la lettura, la scrittura e la matematica. ‘Omo sanza lettere’, così si definisce Leonardo in una pagina del Codice Atlantico. Si tratta di un appunto dal tono amaro che lascia trasparire quanto fosse un problema per il genio toscano l’essere ignorante in latino.

All'età di 19-20 anni venne inviato a Firenze per servire come apprendista di Andrea del Verrocchio, un importante pittore fiorentino. E non passò molto tempo prima che l'allievo diventasse il maestro. Si dice che dopo che da Vinci dipinse uno degli angeli nel "Battesimo di Cristo" del Verrocchio, l'artista molto più esperto fu così umiliato dal talento del giovane da Vinci che giurò di non dipingere mai più, sebbene questa sia una voce che non è mai stata provata.

Leonardo da Vinci era un’artista a 360 gradi e non fu solamente un pittore. Noi lo conosciamo certamente e principalmente per i suoi dipinti ma Leonardo fu un scienziato, filosofo, architetto, pittore, scultore, disegnatore, trattatista, scenografo, matematico, anatomista, botanico, musicista, ingegnere e progettista.

Una delle più geniali intuizioni di Leonardo fu quella di capire che contando gli anelli che si trovano sul tronco si poteva risalire all’età degli alberi.

Leonardo scoprì la vera funzione del cuore, infatti a quel tempo si credeva che il cuore servisse solo a scaldare il sangue. Leonardo Da Vinci invece rivelò come il cuore avesse la funzione di pompa per il corpo umano. Ecco perchè alcune parti anatomiche cardiache portano il nome di Leonardo, come ad esempio il “fascio moderatore di Leonardo da Vinci”.

Leonardo fu anche scenografo teatrale, dopo un primo periodo vissuto a Firenze si trasferì a Milano. Si presentò alla corte di Ludovico il Moro, duca di Milano, offrendosi con le sue capacità di ingegnere per costruire innovative macchine da guerra. Questi marchingegni però non vennero mai adoperati per le guerre ma vennero messi ad uso per le scenografie teatrali.

Dovete sapere che Leonardo amava moltissimo gli animali e per questo motivo si dice che non mangiasse carne era vegetariano. Si raccontano anche alcuni aneddoti molto particolari circa il suo amore per gli animali. Per esempio Leonardo andava abitualmente nei mercati dei paesi e di soppiatto apriva tutte le gabbie che contenevano uccellini o piccoli animaletti che sarebbero stati venduti, e li liberava.

Tags