Si è svolta presso la Residenza dell’Ambasciatore d’Italia a Panama la consegna degli originali dell’accordo firmato tra l’Universitá di Siena e il Parlamento Latinoamericano. Firmatari dell'atto, sottoscritto in due differenti momenti, il 20 maggio 2020 a Siena nella sala del Mappamondo del Comune e il 29 settembre nella sede del Senato della Repubblica del Cile, sono stati da un lato il Rettore Francesco Frati e, dall'altro, il Presidente del "Parlatino" e senatore cileno Jorge Pizarro, con la partecipazione a titolo di Testimone d’Onore del Sindaco della Cittá di Siena Luigi De Mossi.
L’Ambasciatore Massimo Ambrosetti – riporta l’ambasciata - ha ospitato l’evento ricevendo la delegazione del Parlamento Latinoamericano formata dal Presidente Pizarro, dal Segretario Esecutivo Elias Castillo e dal Coordinatore Tecnico Alfredo Jimenez Barros. In rappresentanza della cittá di Siena era presente l’avvocato Alberto Botarelli, che ha seguito l’iter di formazione dell’accordo, incaricato di ricevere le copie originali da consegnare alle istituzioni senesi.
Dopo aver dato il benvenuto alle autorità presenti, l’Ambasciatore Ambrosetti si è congratulato con entrambe le parti per questo importante risultato fatto registrare dalla città e dall’Università di Siena.
Grazie alla firma dell’accordo Siena si pone come interlocutore privilegiato con il Parlatino, istituzione formata da parlamentari di 23 Paesi e con sede a Panama, che negli anni ha conquistato un importante ruolo politico e culturale nella regione latinoamericana.
“Se é certo che in futuro questo accordo possa essere un grande veicolo per far conoscere territorio e prodotti senesi, - ha osservato l’ambasciatore – non c’é dubbio che il punto di forza di Siena nel mondo siano le immense bellezze artistiche ed il grande patrimonio culturale di cui l'Universitá é il punto di forza sotto ogni aspetto”.
Il Presidente del Parlatino Jorge Pizarro si è rallegrato del fatto che si sia giunti alla firma dell’accordo, nonostante l’intervenuta emergenza legata alla pandemia. Nel suo discorso Pizarro ha ricordato che la firma dell’accordo deve essere solo l’inizio di un percorso che dovrá favorire tutti gli scambi possibili con Siena e la sua Universitá e che il Parlatino ha concluso molteplici accordi con le maggiori associazioni culturali e universitá latinoamericane.
Con la firma dell’accordo, come ricordato da Botarelli, l’Università di Siena diventa la prima istituzione accademica italiana a poter partecipare alla “Commissione di Educazione, Cultura, Scienza, Tecnologia e Comunicazione” e si pone pertanto quale interlocutrice culturale dei Parlamenti dei 23 Paesi latinoamericani membri dell’istituzione.