Via dal 15 maggio la quarantena per chi vuole fare ingresso in Italia dai Paesi Ue e quelli extra Ue ad alto tasso di vaccinzione a cominciare da Israele e Gran Bretagna. Per stranieri e italiani di ritorno in patria da quei Paesi la frontierà sarà aperta se in possesso dei requisiti necessari per ottenere un pass vaccinale e circolare liberamente fra le regioni italiane. Ovvero aver con sè l’attestazione di essere vaccinati o di aver sviluppato gli anticorpi un volta guariti dal Covid negli ultimi sei mesi. Oppure ancora aver effettuato da non più di 48 ore un test anticovid antigenico o molecolare con esito negativo.
Sono fra le decisioni più rilevanti del Governo Draghi , emerse all’esito di un tavolo di lavoro e confronto promosso e organizzato dai ministri di Salute e degli Esteri Roberto Speranza e Luigi Di Maio. Una svolta “aperturista” in vista dell’estate e a sostegno della stagione turistica del nostro Paese che arriva a otto giorni dall’invito diretto ed esplicito del premier Mario Draghi ai ministri del Turismo del G20 a venire a fare vacanze in Italia. E’ inoltre intenzione del Governo eliminare entro metà giugno la quarantena per chi arriva dagli Usa.Non c’è però solò il sostegno al Turismo fra le leve dell’annuncio aperturista odierno del governo Draghi.Il tavolo Salute-Esteri targato Speranza-Di Maio, sottolineare che non è solo il cosidetto “centrodestra di governo” a volere e guidare la riapertura del Paese, guarda anche all’export commerciale e quindi al sostegno alle imprese, principali beneficiarie del decreto sostegni due che l’esecutivo varerà fra pochi giorni . In questo contesto, infatti, va letto il secondo annuncio del ribattezzato “Tavolo Speranza-Di Maio”: il rafforzamento della “tratta aerea no-Covid” fra Italia e Stati Uniti e fra Italia e Dubai, sede della Expo 2021 che si apre a Ottobre.

Tags