Desidero in occasione della celebrazione del 2 Giugno inviare un cordiale messaggio di augurio e di saluto a tutti i connazionali presenti a Panama.

Viviamo questa Festa della Repubblica in un periodo particolarmente difficile e complesso, che in questi ultimi mesi ha avuto un profondo impatto sulla nostra vita nazionale e sulle relazioni dell'Italia con il mondo.

Abbiamo di fronte a noi molte sfide di grande gravita' e rilevanza: anzitutto quella di vincere la pandemia e i suoi effetti in una maniera che permetta una stabile e dinamica ripresa di tutte quelle attivita' che sono state paralizzate dal diffondersi del virus a livello mondiale.

Questo e' un obiettivo anche per le relazioni fra Italia e Panama.

La visita a Roma nello scorso mese di Ottobre del Ministro degli Esteri Alejandro Ferrer aveva permesso di delineare tutta una serie di attivita' di cooperazione a livello bilaterale volte a rafforzare i molti legami che gia' uniscono i nostri due Paesi.

Si tratta ora di riprendere questo percorso interrotto con rinnovato slancio ed impegno.

Una delle lezioni che sicuramente dovremmo trarre da questa crisi di dimensioni sistemiche e' che la cooperazione internazionale richiede un paradigma basato sulla comprensione, sulla solidarieta', sul dialogo, sulla valorizzazione dei fattori culturali e dei legami di amicizia che avvicinano stati e popoli. In questo senso l'importante accordo di collaborazione concluso dall'Universita' di Siena con l'Universita' di Panama proprio poco prima dell'esplosione della pandemia e' un esempio estremamente positivo della direzione verso cui vogliamo tornare a sviluppare i rapporti bilaterali italo-panamensi.

Nonostante tutte le limitazioni che ci hanno recentemente condizionato abbiamo continuato a lavorare per strutturare meglio la presenza italiana in questo paese: a breve si finalizzera' infatti la costituzione dell'associazione imprenditoriale italiana a Panama e il Comitato locale della Societa' Dante Alighieri.

Con l'auspicato graduale ritorno ad una situazione di maggiore normalita' sara' infatti importante rafforzare le sinergie e i progetti volti a facilitare e sostenere lo sviluppo della comunita' italiana e italo-panamense nel quadro di una crescita delle relazioni bilaterali in tutti i settori possibili di cooperazione, a partire dall'economia e dalla cultura.

Cari connazionali ed amici panamensi, in attesa di poter presto riunirci in prossime occasioni di incontro , vi sono particolarmente vicino in questo giorno di celebrazione della Festa della Repubblica che credo debba essere un momento di rinnovata riflessione, unita' e determinazione per affrontare le molte sfide che ci attendono.

Viva l'Italia!

Ambasciatore Massimo Ambrosetti

Festa della Repubblica nell'Ambasciata