Con 4 minuti di recupero alla fine del secondo tempo dell´incontro Juventus – Sampdoria, conclude all´Allianz Stadium di Torino la 36a Giornata di Serie A.

La Juventus vince, con due gol segnati nel secondo tempo, opera di Ronaldo (52´) e Bernardeschi (67´), un´altra partita sofferta e poco convincente, ma che nonostante tutto gli consegna, matemáticamente, il nono Scudetto consecutivo.

E si, la Juventus a due giornate dalla fine del campionato raggiunge quota 83, a +7 dall´Inter, e perció si conferma CAMPIONE D´ITALIA.

Un impresa leggendaria,  nonostante essere stato per i bianconeri  lo scudetto piú sofferto degli ultimi 9. Una stagione vincente ma con grande fatica.

Congratulazioni per alcuni e non tanto per altri.

Comunque sia, aver raggiunto questo traguardo di scudetto continuato, merita veramente assai complimenti. Un forte applauso alla Societá e alla Squadra, que si confermano come molto solide ed organizzate, assai al di sopra delle contendenti. Congratulazioni a tutto il Team e ai “migliori della classe” che, dai voti degli esperti e dei tifosi, risultano essere Ronaldo, Dybala e De Ligt.

Meno applausi invece per Sarri. Non emoziona a nessuno. Se si domanda in giro l´opinione, quasi unanime, é che  gli allori spettano ai giocatori e non a Lui. Comunque, sará sicuramente contento e soddisfatto per aver raggiunto il suo primo scudetto da allenatore.

Una festa opaca.

La festa dello Scudetto quest´anno é opaca, rispetto ai precedenti. Al triplice fischio finale , i giocatori esultano e cosí Agnelli, Nedved e Paratici si abbracciano, ma tutti in uno stadio vuoto. Mancano i cori, le bandiere e il calore che solo sanno dargli, a una festa del genere i tifosi. Anche in piazza a Torino poca gente, come mai vista. Ma é tutta colpa del Covid che d´altronde ci ha dimezzato un Campionato ed ha reso il resto quasi da fantascienza. Anzi che si é potuto giocare.

Ronaldo emozionato.

Ronaldo pubblica un lungo post su Instagram, per festeggiare il nono scudetto consecutivo della Juventus e il secondo da quando Lui è sbarcato a Torino.

"Ecco fatto! Campioni d'Italia. Felicissimo per il secondo scudetto consecutivo e per continuare a costruire la storia di questo grande e splendido club. Questo titolo è dedicato a tutti i tifosi della Juve, in particolare a coloro che hanno sofferto e soffrono per la pandemia che ci ha colti tutti di sorpresa rovesciando il mondo. Non è stato facile! Il vostro coraggio, la vostra attitudine e la vostra determinazione sono state la forza di cui avevamo bisogno per affrontare questa stretta finale del campionato e lottare fino alla fine per questo titolo che appartiene a tutta l'Italia. Un grande abbraccio a voi tutti! #stron9er #finoallafine".

L´appuntamento con la Champions.

Ora alla Juve rimane l´appuntamento in Champions. Il grande debito che ha verso i suoi tifosi. Staremo a vedere se la Squadra é in condizioni di regalare loro un emozione ancora piú grande. Chissá se Sarri potrá resuscitare dalla critica che lo sotterra.

Magari fosse questa la volta buona per una squadra, che ha anche partecipato nove volte di seguito alla massima sfida di club europea, ma che la Coppa piú anelata non é riuscita a portarla a casa.