Si é conclusa oggi la 34a Giornata di Serie A, con l´atteso incontro Juventus – Lazio.

Quest´ultima non é riuscita nell´impresa, a priori abbastanza difficile, ed ha perso di nuovo il colpo.

La Conaca.

Una partita che nel primo tempo era stata equilibrata (un palo per parte), cambia corso nella ripresa, al minuto 50. Un rigore concesso per una mano di Bastos in area (segnalato dal Var a Orsato) su tiro di Cristiano. Lui stesso é stato, ancora una volta, implacabile dal dischetto e segna il primo gol.

A quel punto la Lazio si è disunita e quattro minuti dopo avviene un grave errore di Luiz Felipe, da ultimo uomo, che lasciaDybala involarsi verso la porta. L'argentino appoggia su Ronaldo che fa bis a porta vuota.

La Juve ha giocato un secondo tempo in modo convincente, al netto della solita disattenzione nel finale. Stavolta è stato Bonucci a sbagliare e a stendere Immobile in area, che poi non ha perdonato sulla pena massima.

Ma ormai era l’83’, troppo tardi per sperare nella rimonta, anche se Milinkovic, su punizione allo scadere, ci è andato vicino al pari, ma nulla é successo grazie all´intervento di Szczesny.

Scudetto ormai vicino.

Una doppietta a carico dell´inappagabile CR7 che stende la Lazio e spiana definitivamente la strada alla Juve verso il nono scudetto consecutivo, la lancia a +8 a quattro giornate dalla fine. Ormai Maurizio Sarri respira e intravede il traguardo del primo scudetto da allenatore.

Il titolo può arrivare matemáticamente giovedì a Udine. I bianconeri devono vincere e sperare magari in una sconfitta dell´Inter di fronte alla Fiorentina e almeno un pareggio dell´Atalanta a Bologna. A quel punto allo champagne, già in frigorifero da tempo, gli si potrá togliere il tappo.

Alla Lazio, con un punto nelle ultime cinque partite, non é piú concesso di sognare con lo Scudetto. A Simone Inzaghi resta comunque un piazzamento Champions, ancora da puntellare ma solo aritmeticamente, di grande valore.

Capocannonieri alla pari.

Ambedue i “goleadores” della Serie A, segnano in questa partira. Pari numeri per CR7 e Ciro: 30 gol ciascuno in questo campionato. Guarda caso anche 12 rigori a testa. Si posizionano a solo -4 dal leader europeo del Bayern, Robert Lewandowski.

Gli altri risultati della 34a Giornata.

Le partite precedenti di questa 34a Giornata, giocata a tre stage, riportano i seguenti risultati: Verona – Atalanta: 1-1; Cagliari – Sassuolo: 1-1; Milan – Bologna: 5-1; Parma-Sampdoria: 2-3; Brescia – Spal: 2-1; Fiorentina – Torino: 2-0;  Genoa – Lecce: 2-1; Napoli-Udinese: 2-1; Roma – Inter: 2-2.

La Classifica.

Fra le “primerissime” troviamo Juventus (80) a +8 inseguita dalle attaccatissime Inter (72); Atalanta (71); e Lazio (69).

In zona Europa League osserviamo, in duello ai ferri corti, Roma (58), Napoli e Milan (56).

Dietro a queste, il Sassuolo, con ottimo rendimento, é l´unico che si puó permettere di sognare (48), ma probabilmente solo questo.

Poi, Verona (45) e Bologna (43). Da qui in giú si lotta per onore: Cagliari e Fiorentina (42); Sampdoria (41); Parma (40); Torino (37); Udinese (36). E quest´ultime soffrono per non retrocedere, anche se alcune devono ormai rassegnarsi: Genoa (33); Lecce (29); Brescia (24); Spal (19).