La prima cosa da dire, che vedere passare le frecce tricolori, durante l'inno italiano prima della corsa, fa sempre il suo grande effetto!

Una partenza senza errori con un Hamilton che inizia a scappare, Bottas sin dal verde ha avuto problemi, forse di concentrazione, forse la sua Mercedes non rende,  Sainz e Norris subito in attacco, dando un po' di emozione e spettacolo.

La gara prosegue noiosa, Vettel rimane senza freni al sesto giro nella chicane, l'affidibilitá della Ferrari tocca lo ZERO, male motore, aerodinamica, telaio e adesso addirittura freni, d'obbligo l'abbandono.

Safety Car, per una rottura della Haas,  mescola le carte e sogniamo la Ferrari in attacco per ridurre i danni, ma va lungo sulla parabolica con un incidente ad oltre 220 km all'ora!

Leclerc: “Forse ho chiesto troppo io alla macchina, forse nemmeno perché la macchina era difficile da guidare e mi ha portato all’errore. Due week end da incubo, ma sulla carta il Mugello dovrebbe essere meglio”.

Altra Safety Car, entrano nei Box Hamilton e Giovinazzi con bandiera rossa che vengono penalizzati con 10 secondi.

Bandiera Rossa e si riparte dal via come una gara B! le Alfa Romeo in attacco e Kimi ci fa sognare a un podio con il biscione! ma i piú veloci sono i ragazzini con i motori Honda, Mercedes, Renault e vanno davanti! Gasly é primo da decimo ad inizio gara, con un team italiano l'Alpha Tauri, secondo Carlos Sainz Jr. McLaren (dal 2021 Pilota Italiano) che inizia l'inseguimento fino all'ultimo giro! 


e cosí l'arrivo a fine Gara :
  1. ​Gasly (Alpha Tauri)
  2. Sainz (McLaren)
  3. Stroll (Racing Point)
  4. Norris (McLaren)
  5. Bottas (Mercedes)
  6. Ricciardo (Renault)
  7. Hamilton (Mercedes)
  8. Ocon (Renault)
  9. Kvyat (Alpha Tauri)
  10. Perez (Racing Point)

Tags