Dopo quelle famose urla dal casco a fine gara ringraziando i ragazzi della Ferrari, che regalava tanto ai tifosi la possibile emozione di un mondiale, le lotte audaci contro la Mercedes, e purtroppo negli ultimi anni contro il compagno di squadra, e la lotta mentale che riserba la scuderia Ferrari ai propri piloti, anche se aveva iniziato con i migliori auspici, battezzava le macchine con nomi di donne italiane, la prima era e Eva, i punti guadagnati sono stati tanti però purtroppo non sufficienti per riuscire regalare quel mondiale che alla rossa manca dall’ultimo campionato vinto da Kimi, quindi da diversi anni, tanto desiderato da lui come da tutti i ferraristi, che avevano depositato tanta fiducia ad uno dei più simpatici campioni del mondo della storia, cinque anni e 14 indimenticabili gran premi vinti. Nel suo futuro si prospetta un possibile ritiro comunque con 4 mondiali vinti su RedBull e un totale di 53 vittorie e 57 pole e chissà cosa potrebbe accumulare nell’incertezza del campionato 2020, anche se i rumors dal paddock si mormora un possibile affiancamento nel 2021 al rivale Lewis Hamilton, il futuro del campione non ha certezze. Questo forse non lo dimenticheremo mai ! grazie Vettel per queste emozioni ! [embed]https://youtu.be/bBukcasZ2zI[/embed] Chi sarà l’erede del volante di Vettel? Trattandosi della Ferrari le indiscrezioni sono tante, si parla di Luigino, di Giovinazzi, dell’italo Australiano Ricciardo, l’ipotetico ritorno del polemico spagnolo Alonso, molto probabilmente la sfida la vincerà un altro spagnolo: Sainz perché avrebbe chiesto un contratto meno oneroso di Ricciardo, simile a quello di Leclerc, si parla di 7-9 milioni di euro annui, grazie anche al ridimensionamento coronavirus che ha portato un po’ in crisi anche la Formula 1, nella storia della famiglia Sainz, c’è stata già molta Italia e casa Fiat sia con il papà Carlos Senior con la Lancia Delta del team rally Jolly Club il cui titolare venne a mancare poco fa, per Carlos junior quasi sicuro futuro compagno di Leclerc, sará un ritorno in Emilia Romagna visto che ha già guidato per la Toro Rosso, dal 2015 al 2017. Quindi un altro pilota che parlerà bene l’italiano. Con umiltà furbizia e intelligenza Sainz ha conquistato tutti alla McLaren, e tanti fans specie i più giovani delle reti sociali. Quindi nel 2021, molto probabilmente la rossa verrà guidata da due non campioni del mondo, però tanta gioventù e talento!