Alex Zanardi, 53 anni, sta lottando per la vita dopo il delicato intervento chirurgico alla testa a cui è stato sottoposto ieri sera. Zanardi è rimasto vittima ieri di un terribile incidente durante una gara di handbike a Pienza, nella Val d’Orcia, quando su un tornante ha perso il controllo del suo mezzo ed è andato a sbattere la testa contro un mezzo pesante che sopraggiungeva in direzione opposta. Trasportato in elicottero al Policlinico Le Scotte di Siena, è stato operato ed è in terapia intensiva, le sue condizioni sono giudicate gravissime: dall'ultimo bollettino medico risulta che Zanardi è in coma farmacologico ed è intubato. Sull’incidente indaga la Procura di Siena. Un coro di incoraggiamenti e solidarietà si è levato per Zanardi da parte del mondo dello sport, dello spettacolo e della politica: «Mai ti sei arreso e con la tua straordinaria forza d'animo hai superato mille difficoltà. Forza Alex #Zanardi, non mollare. Tutta l'Italia lotta con te» ha scritto su twitter il premier Giuseppe Conte.

LA CARRIERA DI ZANARDI. Pilota di Formula 1 (1991-99), con 44 Gran Premi all’attivo tra Jordan, Minardi, Lotus e Williams e un sesto posto in Brasile (Lotus, 1993); due volte campione CART (1997 e 1998) con 67 Gran Premi e 15 vittorie. Ha perso entrambe le gambe in un terribile incidente di Formula CART al Lausitzring, circuito tedesco, il 15 settembre 2001. L’auto di Alex Tagliani ha centrato perpendicolarmente la sua Reynard-Honda, fuori controllo, spezzandola in due e di fatto amputando le gambe del pilota bolognese. La disabilità non ha impedito però ad Alex di continuare a correre in auto tanto da vincere con la Bmw il tricolore Superturismo nel 2005. Di pari passo ha scoperto l’handbike con cui debutta in nazionale nel 2009 vincendo tutto a livello olimpico e mondiale. Si è dedicato anche al triathlon disputando due edizioni del mitico Ironman di Kona, alle Hawaii, con un personale di 9h40:37. Ha vinto cinque edizioni della maratona di Roma.