Panama avvierà un ampio dialogo nazionale per la ricostruzione del Paese, dopo gli effetti della crisi generata dalla pandemia COVID-19, cosí annuncia il presidente Laurentino Cortizo, dopo aver incontrato i leader dei partiti politici.

"Come politici, dobbiamo avere il coraggio di accettare le richieste insoddisfatte dei panamensi", ha dichiarato il presidente Laurentino Cortizo Cohen, annunciando al contempo l'aumento del Fondo di solidarietà a 100,00 dollari, a partire dal 1° luglio. (anteriormente 80.00)

All'incontro hanno partecipato i presidenti e i segretari generali dei principali gruppi politici: Romulo Roux e Yanibel Ábrego (Cambio Democratico); José I. Blandón e Luis Ernesto Carles (Partito Panameñista); Francisco Alemán e Tito Rodríguez (Molirena); José Muñoz e Manuel Zambrano (Alianza); Benicio Robinson e Pedro Miguel González (PRD); Juan Carlos Arango e José Ramos (Partito Popolare).

Il presidente si è impegnato affinché il ministro dell'Economia e delle Finanze fornisca ai partiti politici un rapporto sullo stato delle finanze pubbliche, nonché dettagli sulle risorse finora utilizzate per affrontare la pandemia di Covid-19.

A questo proposito, l'amministratore delegato ha sottolineato il modo diligente con cui il governo ha agito, reagendo a tempo, che "ci ha permesso di andare avanti per proteggere migliaia di vite umane; rafforzare il sistema sanitario e prendere le misure più opportune in materia economica".

Ha anche detto: "Questa pandemia ci dà l'opportunità di migliorare la vita di tutti i panamensi, riducendo i famigerati divari di disuguaglianza. Come politici, dobbiamo avere il coraggio di accettare le richieste insoddisfatte dei panamensi."

In questo senso, ha sottolineato: "Panama ha bisogno di un nuovo patto sociale, e quindi è necessario chiedere un ampio dialogo nazionale per la ricostruzione del Paese".