Gli studenti panamensi sono tornati alle lezioni oggi, ma virtualmente, dopo più di quattro mesi di sospensione, dopo l'inizio della pandemia COVID-19 che ha toccato più di 50.000 cittadini di cui più di 1.000 hanno perso la vita.
Utilizzando una piattaforma digitale, le autorità scolastiche hanno riavviato le lezioni virtuali in diversi campus del paese in vista del programma accademico 2020, che difficilmente verrà riavviato a causa della pandemia.
Il Ministero dell'Istruzione sta stampando e distribuendo più di un milione di opuscoli, guide e altri materiali didattici che rispondono ai diversi livelli del sistema educativo formale e informale panamense per il ritorno a distanza (a casa). Lo ha annunciato il ministro Maruja Gorday in un incontro virtuale con più di 400 presidi e insegnanti delle scuole.
A livello di istruzione iniziale, vengono distribuiti i manuali di orientamento pedagogico "En casa también se aprende" in spagnolo e nelle lingue indigene. Nell'istruzione primaria, gli scolari riceveranno libri di lavoro in linea con il programma di studi prioritario.
Agli studenti di livello pre-medio e intermedio verranno fornite le guide all'apprendimento e a quelli del settore dell'educazione dei giovani e degli adulti i moduli di autoapprendimento. È stata inoltre prevista la fornitura di materiale didattico per più di 900 giovani disabili.
Allo stesso modo, circa 2.300 studenti di dodicesimo grado provenienti da aree rurali e zone di difficile accesso riceveranno un tablet con il materiale didattico caricato.
Una sezione è stata anche dedicata ai genitori e ai tutori per informare sull'utilizzo del materiale e del nuovo curriculum di emergenza in un documento di domande frequenti per i genitori per il ritorno alle lezioni a distanza da lunedì 20 luglio 2020. L'opuscolo è disponibile per il download sul sito web della scuola http://www.meduca.gob.pa/