In considerazione del costante progresso dei casi COVID-19 a Panama, le autorità sono in allerta per monitorare la capacità installata dei servizi medici di assistere i pazienti nei vari ospedali del Paese.

A questo proposito, il Ministero della Salute (MINSA) ha installato il Centro di Controllo Interospedaliero, coordinato dal Fondo di Previdenza Sociale (CSS) e dal Ministero della Salute (MINSA).

L'obiettivo di questo centro è quello di condurre un'analisi continuativa della capacità installata dei diversi centri medici del paese, al fine di fornire un'assistenza più efficiente e facilitare la gestione dei centri e la corretta amministrazione di ciascuno degli ospedali.

Inoltre, si intende fornire informazioni in tempo reale sulla situazione del Paese per organizzare, se necessario, la copertura della crescente domanda di pazienti COVID-19.

Attraverso questo centro, l'obiettivo è quello di rafforzare efficacemente il sistema sanitario nazionale di entrambe le istituzioni. Le autorità sanitarie hanno riferito di aver installato 15 posti letto in terapia intensiva presso l'ospedale integrato di Panama Solidario.

Contemporaneamente si è tenuto un incontro presso la Presidenza della Repubblica del Consiglio Consultivo con la Camera di Commercio e Industria e la Commissione Tematica che compongono il team di consulenza tecnica del MINSA. In questo incontro è stata valutata la situazione del Paese rispetto a COVID-19 e le azioni per il ritorno alla nuova normalità.

A Panama sono stati recuperati 15.745 pazienti, 765 nuovi casi positivi, per un totale cumulativo di 33.550, sono stati registrati 11 nuovi decessi, per un totale di 631 accumulati per una letalità dell' 1,88%.

In isolamento domiciliare, sono state segnalate 16.254 persone, di cui 15.590 a casa e 664 negli alberghi. I pazienti dell'ospedale sono 890, di cui 744 in reparti e 146 in terapia intensiva.