L'obiettivo della legge è quello di attrarre "buone aziende" che, sfruttando la connettività di Panama, fanno investimenti e generano posti di lavoro.

Alla presenza dei dirigenti delle principali associazioni imprenditoriali del Paese, il Presidente della Repubblica, Laurentino Cortizo Cohen, ha sancito oggi nella Zona Franca di Colon (ZLC) la legge che crea il regime speciale per la costituzione e il funzionamento delle società multinazionali per la fornitura di servizi legati all'industria manifatturiera (EMMA), che mira ad attrarre investimenti e creare posti di lavoro nel Paese.

Cortizo Cohen, accompagnato dal Vice Presidente e Ministro della Presidenza, José Gabriel Carrizo, ha sottolineato che "dopo 62 giorni sancisco questa legge che è una grande conquista e una grande opportunità per attrarre buone aziende a Panama".

La nuova legge fa parte delle dodici azioni della prima fase del Piano di ripresa economica che, lo scorso 1° luglio, il presidente ha annunciato nella sua relazione all'Assemblea nazionale.

Insieme al ministro del Commercio e dell'Industria (MICI), Ramón Martínez, il presidente ha firmato la nuova legge che attirerà gli investimenti delle multinazionali che hanno creato fabbriche e impianti di produzione a Panama per portare le loro merci nei paesi della regione.

La sanzione è stata pronunciata alla presenza del presidente del Consiglio Nazionale delle Imprese Private (CoNEP), Julio De La Lastra; del presidente della Camera di Commercio, Industria e Agricoltura di Panama (CCIAP), Jean Pierre Leignadier; del presidente dell'Unione degli Industriali di Panama (SIP), Aldo Mangravita e Edwin Chen, presidente dell'Associazione degli utenti della Zona Franca di Colon.

Cortizo Cohen ha detto che il Piano di ripresa economica annunciato al Paese continua ad andare avanti con l'approvazione della legge EMMA, così come quello firmato nel fine settimana ad Azuero, chiamato Mejorando Mi Negocio, che aumenta il capitale di avviamento per i microimprenditori da B/.1.000 a B/.2.000, non rimborsabile, e di cui il 70% dei beneficiari sono donne.

Tra le altre azioni che sono state realizzate, il Presidente ha anche menzionato il programma di Banking of Opportunities, rivolto ai micro, piccoli e medi imprenditori; il Piano Recuperando Mi Barrio, nel Panama dei quartieri; il Piano Agro Solidario, che aiuta i piccoli produttori; e il Fondo Speciale per il Rafforzamento del Credito.

Il Presidente ha riferito che ci sono già aziende interessate ad affermarsi con i vantaggi di questo nuovo regime speciale, e che attraverso Pro Panama si sono avvicinate a diverse multinazionali del settore manifatturiero.
"Dobbiamo approfittare di essere il paese con la migliore connettività della regione e andare a dire al mondo che Panama è la migliore opzione per le buone aziende a venire", ha detto Cortizo Cohen.

Ha sottolineato che è positiva la trasparenza con la quale il Paese gestisce gli indicatori della pandemia, aumentando il numero di test e "senza recuperare" il numero di casi, in modo che le multinazionali si installino nel Paese senza paura.

Il presidente del CoNEP, Julio De La Lastra, ha sottolineato che la sanzione di questa legge è importante in questo momento perché, ben eseguita, può diventare un veicolo per la ripresa economica del Paese.

Il capo del MICI, Ramon Martinez, ha detto che le aziende che sono installate sotto questo regime speciale dovrebbero assumersi l'impegno di trasferire la tecnologia e sviluppare la creazione di un centro di formazione tecnica per la formazione del personale nazionale, al fine di integrare la forza lavoro panamense che sarà necessaria.

La nuova legislazione incoraggia la creazione di imprese multinazionali di produzione, produzione leggera e assemblaggio, il che comporta l'assunzione diretta di manodopera, che darà impulso alla creazione di posti di lavoro e alla crescita economica del Paese per superare la crisi causata dalla pandemia.

La legge si basa sul successo ottenuto con il regime delle sedi centrali delle multinazionali (SEM), che ha permesso l'insediamento di 158 imprese di questo tipo e ha creato più di 7 mila posti di lavoro, oltre a investimenti dell'ordine di 1,2 miliardi di balboe.

Le aziende che si insedieranno sotto il nuovo regime speciale EMMA godranno dei benefici e degli incentivi fiscali, del lavoro, dell'immigrazione e delle dogane, oltre a capitalizzare i benefici dei regimi speciali già in vigore nelle zone franche di Colon e Panama Pacifico, tra gli altri.

All'evento hanno partecipato anche il ministro del Lavoro e dello sviluppo del lavoro, Doris Zapata; il direttore della ZLC, Giovanni Ferrari; il governatore di Colon, Irasema de Dale; il sindaco di Colon, Alex Lee; il vescovo della diocesi di Colon e Guna Yala, Manuel Ochogavía; deputati e rappresentante del corregimiento.