Chi non ha mai giocato a Monopoly alzi la mano. Il gioco a dadi che ha reso businesmann tanti ragazzini, con il solo lancio di dadi e la possibilità di acquistare case e alberghi da costruire su terreni distribuiti a caso dalla fortuna. Un gioco internazionale, sempreverde, che dura da decenni e che figura tra i migiori giochi da tavolo di famiglia. Ora arriva anche la versione dedicata totalmente a Bergamo.
La Winning Moves, la casa editrice che produce il gioco, ha avuto un’intuizione per un progetto benefico legato alla città di Bergamo «per sostenere la rinascita della città nel dopo-emergenza, puntando sul forte senso di appartenenza che i bergamaschi hanno sempre dimostrato di avere». Bergamo, la città più colpita dal Coronavirus, che ha subito un brutto contraccolpo sotto tutti i punti di vista, non ultimo quello turistico. Ecco che la Winning Moves, considera «fondamentale anche la ripartenza del turismo bergamasco che, dopo anni di meritata crescita, ha subito un brusco arresto. Quale miglior ricordo di viaggio se non Monopoly Edizione Bergamo? Un gioco internazionale, come internazionale è diventata la città. Nella scatola di Monopoly Edizione Bergamo è racchiusa tutta la forza di Bergamo e la resilienza della gente bergamasca che… fiàma de rar, sóta la sènder brasca». La società del gioco da tavolo «si impegna a devolvere parte del ricavato delle vendite al Fondo di Mutuo Soccorso che il Comune ha istituito per finanziare iniziative sociali e culturali connesse all’emergenza sanitaria che la città si trova ad affrontare con questa modalità: il valore delle vendite di 300 pezzi del gioco (€ 10.000) sarà interamente devoluto al fondo».