"Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha affidato al presidente della Camera Roberto Fico il compito di verificare la possibilità di una maggioranza politica composta a partire dai gruppi che sostenevano il governo precedente. il presidente della Repubblica ha chiesto al presidente della camera dei deputati di riferire entro la giornata di martedì". Lo ha comunicato il segretario generale della presidenza della Repubblica Ugo Zampetti.

FICO. "Ringrazio il presidente della Repubblica per la fiducia che mi ha accordato conferendomi il mandato esplorativo volto a verificare la prospettiva di una maggioranza parlamentare a partire dai gruppi che sostenevano il precedente governo . Nei prossimi giorni sarò impegnato nel confronto con gli esponenti di queste forze politiche". Così il presidente della Camera Roberto Fico. "È un momento molto delicato per il Paese, siamo chiamati ad affrontarlo con la massima responsabilità per dare risposte urgenti che i cittadini attendono".

MATTARELLA. Al termine delle consultazioni, il capo dello Stato aveva affermato: "Come è evidente le tre emergenze - sanitaria, sociale ed economica - richiedono immediati provvedimenti di governo, è doveroso quindi dar vita un governo con un immediato sostegno parlamentare per non lasciare il nostro paese esposto agli eventi in un momento così' decisivo per la sua sorte". " Dalle consultazioni è "emersa la prospettiva di una maggioranza politica composta a partire dai gruppi che sostenevano il governo precedente. Questa disponibilità a me manifestata durante le consultazioni va peraltro doverosamente verificata nella sua concreta praticabilità. A questo scopo adotterò con immediatezza una iniziativa" afferma il capo dello Stato prima che venisse annunciata la convocazione della terza carica dello Stato al Quirinale. Secondo Mattarella "L'Italia come tutti i Paesi di ogni parte del mondo, sta affrontando nuove pericolose offensive della pandemia da sconfiggere con una diffusa e decisiva campagna di vaccinazione. A questa emergenza si aggiungono una pesante crisi sociale con tanti nostri concittadini in gravi difficoltà e pesanti conseguenze sulla nostra economia. Queste ulteriori emergenze possono essere affrontate soltanto attraverso un utilizzo rapido ed efficace delle grandi risorse predisposte dall'Unione europea".