"Alla luce del recente dibattito che si è tenuto nel Paese sull'apertura delle professioni per gli stranieri, è necessario comprendere le due parti per trovare la soluzione che sta proprio nella formazione dei talenti umani locali per soddisfare la domanda del settore produttivo per affrontare la competitività. Questo ci porta a una grande domanda da parte dell'istruzione superiore in quale stato è l'approvazione di nuovi programmi di istruzione superiore, è una questione che riguarda l'Associazione delle università private di Panama AUPPA dichiara in un comunicato.

Cosa bisogna fare perché il Paese vada avanti e come possiamo riattivare l'economia? I nostri giovani devono essere formati nelle aree di cui Panama ha bisogno in questo momento, ha detto l'AUPPA.

Le università private hanno interrotto il processo di approvazione dei nuovi programmi, il che significa che dal 2019 non possiamo più offrire una nuova carriera. Il processo di approvazione è molto burocratico, ci vuole troppo tempo e questo ci preoccupa profondamente", ha detto Adriana Angarita, presidente dell'AUPPA.

Il sindacato assicura che ciò ha un impatto sul capitale umano che vuole essere formato e ritarda l'incorporazione di nuove carriere.

In questo momento di grande tensione, prodotto della pandemia COVID-19, è essenziale che ci concentriamo, dal settore dell'istruzione superiore privata, sulla fornitura di risorse umane in discipline che saranno fondamentali per riattivare le nostre economie: "Per questo motivo, è importante unire le forze per raggiungere questo scopo, uno dei più rilevanti è l'eliminazione della burocrazia e la garanzia dei tempi stabiliti dalla legge per l'approvazione dei programmi nell'istruzione superiore, che ci permette realmente di contribuire con un'istruzione di qualità ad una popolazione studentesca di 67.000 studenti nelle università private", ha detto il Dr. Angarita.

Invitiamo la Commissione Tecnica di Sviluppo Accademico CTDA, formata dalle 5 università pubbliche e presieduta dall'Università di Panama, ad unirsi all'urgente ripresa dell'economia, approvando gli oltre 20 nuovi programmi che sono stati richiesti negli ultimi 2 anni. "Ci sono situazioni che non ci permettono di accelerare il processo e di ottenere queste approvazioni. Dobbiamo attenerci ad essa e disporre di uno staff di specialisti coordinati dalla CTDA. Come stabilito nel decreto 539, questo accelererebbe il processo", sostiene Angarita.

Le università hanno applicato i loro programmi di formazione virtuale in modo efficiente, permettendo all'istruzione superiore di stare in piedi da sola. "I modelli di business delle aziende sono cambiati. Dovremo dare impulso a nuove imprese con un'importante componente digitale, per questo dobbiamo incorporare nuovi programmi che formino le risorse umane che saranno necessarie nella nuova normalità. Non saremo in grado di raggiungere questo obiettivo se i programmi non saranno approvati", ribadisce il dottor Angarita.

Per promuovere la riattivazione economica e la transizione verso nuovi modelli di business che posizioneranno Panama come leader regionale nella nuova era post-COVID-19, sarà necessario un capitale umano con le competenze e le capacità che il nuovo ambiente imprenditoriale e l'attuazione di progetti strategici nazionali richiederanno, come la reinvenzione del settore agricolo, lo sviluppo di hub strategici (logistici, digitali, agroalimentari, farmaceutici e umanitari), i partenariati regionali pubblico-privati e lo sviluppo di nicchie di mercato altamente sofisticate come FINTECH e l'intelligenza artificiale, sostiene l'AUPPA.

La grande sfida si concentrerà sulla preparazione a breve termine del capitale umano che sarà richiesto dalla ripresa economica, dei nuovi modelli di business post-COVID-19 e dei progetti strategici a livello nazionale attraverso un'offerta accademica collegiale delle principali università private del Paese, accessibile e con le nuove modalità di educazione virtuale, ha concluso il comunicato.