Le banche di Panama hanno annunciato nuovi criteri operativi a partire dal 1 ° luglio, in particolare per i prestiti in default e il cui periodo di esenzione di pagamento scade alla fine di giugno.

In una dichiarazione rilasciata oggi dalla Panama Banking Association (ABP) ha riferito che dall'inizio dell'emergenza nazionale da parte di COVID-19, le banche hanno lavorato insieme per agire automaticamente con le misure di aiuto finanziario volontario per i clienti colpiti dal misure per combattere la pandemia.

"Quel primo pacchetto di misure, annunciato a marzo, con effetto ad aprile, maggio e giugno, ha beneficiato di oltre 896 mila clienti in tutto il paese, sia privati, società di diverse dimensioni e di vari settori", una dichiarazione della gilda.

In questo senso, riferiscono che dal 1 ° luglio inizierà la seconda fase, che consiste nel sostegno delle banche alla ripresa economica del Paese, concentrandosi sull'adattamento dei prestiti alla nuova realtà, rafforzando i canali digitali online e siti Web - oltre a continuare a offrire soluzioni temporanee ai clienti colpiti dalla pandemia.

A questo proposito, l'ABP ha indicato che le soluzioni temporanee da luglio avranno una durata massima di 180 giorni e ciascuna banca determinerà, in base alle caratteristiche del caso, il termine corrispondente per ciascun cliente.

Inoltre, le banche saranno in grado di rivedere i termini e le condizioni dei prestiti, comprese le carte di credito, che consentiranno loro di concordare e concedere brevi periodi di grazia che possono essere estesi in base allo stato economico di ciascun cliente.

Infine, ogni banca ha definito le proprie misure di soluzione e i requisiti necessari per questo processo, agendo sempre in conformità a quanto richiesto dalla legge e dalla solidarietà.

Le banche effettuano una chiamata responsabile a tutti i clienti in modo che, da questo momento, contattino la propria banca, per telefono, servizi bancari online o i mezzi a loro disposizione, per discutere della loro situazione e valutare soluzioni temporanee che potrebbero applicare.

"Tutti i panamensi hanno un impegno per la ripresa economica di cui tutti abbiamo bisogno, pertanto ribadiamo la nostra richiesta di solidarietà da parte di tutte quelle persone e società che hanno la possibilità di adempiere ai propri impegni di ogni tipo, compreso il pagamento dei loro prestiti, a lascialo fare ", indica l'ABP.