La Banca interamericana di sviluppo (BID) ha concesso finanziamenti a Panama in due tranches fino a $ 300 milioni per la promozione di micro, piccole e medie imprese (MIPYME).

La banca ha riferito che ciò amplierà il finanziamento agli MIPYME, di fronte alla crisi generata da COVID-19, e per questo sono stati stanziati 150 milioni di USD per la prima tranche.

Il programma darà la priorità al sostegno alla sostenibilità delle MIPYME agricole e della loro catena del valore per sostenere l'occupazione di fronte alla crisi e con particolare attenzione alla sicurezza alimentare. Allo stesso modo, il programma potrebbe anche finanziare altri settori rilevanti che sono stati colpiti dalla crisi attuale.

Si prevede che miglioreranno le capacità finanziarie a breve termine degli MIPYME in modo che possano superare i problemi temporanei di liquidità e continuare il loro funzionamento. A medio termine, i finanziamenti produttivi renderanno più facile per gli MIPYME continuare a operare e far fronte all'aumento della domanda dovuto all'impatto della crisi.

Il programma sosterrà la sostenibilità degli MIPYME misurando il loro impatto con i ricavi delle vendite e con la percentuale di occupazione sull'occupazione totale di MIPYME nel paese.

Le risorse del programma saranno eseguite attraverso un trust gestito dal Banco Nacional de Panamá (BNP), che fungerà da fiduciario e agenzia esecutiva. Queste risorse possono essere indirizzate alle MIPYME beneficiarie attraverso istituti finanziari ammissibili il cui focus è sulle micro e piccole imprese o direttamente attraverso il BNP.

L'IDB ha anche riferito che Panama riceverà, all'inizio del 2021, un secondo prestito per altri 150 milioni di USD, per un totale di 300 milioni di USD come parte del sostegno dell'IDB alla ripresa economica del Paese.

Il prestito IDB di US $ 150 milioni ha un periodo di rimborso di 25 anni, un periodo di tolleranza di cinque anni e mezzo e un tasso di interesse basato sul LIBOR.