L'Italia ha registrato 170 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore e il numero totale da quando l'emergenza è iniziata a febbraio è di 246.286, mentre il numero di morti è di 35.112, cinque in più rispetto a quello di domenica, segnalato oggi dalla Protezione Civile.

Questo lunedì sono stati effettuati poco più di 25.500 test, un numero di gran lunga inferiore ai 60-70.000 che vengono effettuati in altre occasioni.

Alessio D'Amato, il consulente sanitario della Regione Lazio, il cui capoluogo è Roma, ha segnalato 13 nuovi casi di contagio, otto dei quali sono stati importati, di cui due dalla Spagna.

Il numero attuale di casi positivi è di 12.581 e 147 persone sono state curate nelle ultime 24 ore.

Per il quarto giorno consecutivo, l'Italia ha contato cinque morti, uno in ciascuna delle seguenti regioni: Piemonte, Lazio, Puglia, Abruzzo e Sardegna.

Le regioni Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sardegna, Calabria e Valle d'Aosta non hanno registrato nuove infezioni da domenica.

Le autorità italiane seguono da vicino l'evoluzione della pandemia e seguono da vicino le regioni settentrionali della Lombardia e del Veneto, che sono state le prime a lanciare l'allarme nel mese di febbraio.

La Lombardia, la più colpita dalla pandemia, ha riportato zero morti per il sesto giorno consecutivo, e le province di Cremona, Lodi, Mantova, Pavia, Sondrio e Varese non hanno riportato nuove infezioni.

Il Veneto, invece, ha registrato un leggero rallentamento nei casi del lunedì, con solo 16 nuove infezioni nelle ultime 24 ore.