La situazione mondiale continua ad essere studiata con la presenza attiva di circa 24.800.000 casi confermati di COVID-19 mentre a Panama inizia l'evoluzione verso una "nuova normalità controllata".
Come spiegato dal Ministero della Salute, sarà essenziale per l'abolizione delle restrizioni di mobilità e la riapertura delle attività economiche mantenere il tasso di riproduzione effettivo dell'1 o inferiore all'1%, il tasso di mortalità dei casi inferiore al 3%, la disponibilità di letti di reparto al 20% e la disponibilità in Terapia Intensiva (ICU) al 15%.

Il Ministro Consigliere per gli Affari Sanitari, Eyra Ruiz, ha commentato che a livello nazionale ci sono attualmente 2.123 posti letto vuoti negli ospedali pubblici, cioè il 41% di disponibilità, e ha aggiunto che 897 posti letto sono stati aumentati a livello nazionale durante la pandemia per rispondere a tutti i pazienti in difficoltà; insieme agli ospedali alberghieri che hanno 551 posti letto negli alberghi e 125 posti letto nei ricoveri, se necessario possono essere messi a disposizione degli ospedali alberghieri altri posti letto.

Chi ha indicato che la riconfigurazione di COVID-19 è possibile, ma non è comune. Dopo un documentato rapporto scientifico, la principale epidemiologa dell'OMS, la Dr. Maria Van Kerkhove, ha commentato che la riinfezione era chiaramente possibile, perché con altri coronavirus umani come la SARS e il MERS, la risposta immunitaria è stata vista diminuire dopo un periodo di tempo; tuttavia, i ceppi virali che hanno riinfettato il paziente studiato erano diversi.

Riferendosi ai cosiddetti focolai, la dott.ssa Margaret Harris, portavoce dell'OMS, ha detto che sarà una grande ondata che andrà su e giù, e che non ha senso parlare di una seconda o terza ondata e quindi si è evitato di definirla in questo modo.
Un comportamento sociale adeguato e la responsabilità di ogni cittadino a favore del bene comune saranno di vitale importanza, per questo dobbiamo optare per la linea della prudenza, mantenere la sorveglianza sanitaria e seguire le indicazioni dei professionisti scientifici che forniscono benefici basati su prove provate in modo da non rischiare la salute.