Colao vuole la leadership per il rilancio Italiano.

Master in gestione aziendale ad Harvard, ha lavorato in società multinazionali e ha presentato al primo ministro Conte un piano per modernizzare il paese nella fase post-pandemia.

Vittorio Colao

 

Di Brescia, nato nel 1961, residente a Londra, può oggi essere considerato uno degli uomini d'affari italiani più nominati e rispettati.

Non è chiaro se fu attraverso Mattarella o Conte che gli fu proposto di progettare il piano di ricostruzione per uscire dalla crisi causata da Covid-19.

Una volta che l'ordine è stato accettato, Lunedí ha consegnato il documento definitivo del "Iniziative per il rilancio Italia 2020 - 2022" popolarmente chiamato "piano Colao", che sarà messo in discussione questo fine settimana a Roma da Conte e le istituzioni sociali ed economiche.

Il suo gruppo di lavoro, composto da 17 persone, ex ministri, economisti, dirigenti, psicologi, sociologi, pone le basi per il post-covid con 126 pagine di analisi della nuova organizzazione e 102 idee suddivise in sei aree principali per il rilancio dell'Italia .

Secondo lo stesso Colao, in dialogo con il quotidiano italiano La Stampa, si tratta di "trasformare l'emergenza in un'opportunità". "Delle 102 idee, sarò felice se il governo ne realizzerà almeno 40. Per me, il capitolo fondamentale è quello delle aziende e del lavoro: sono i nodi più difficili da superare. E se ciò non viene fatto, il Paese non sarà in grado di riprendersi. "

All'interno del piano Colao ci sono nuove idee e punti su cui i governi hanno sempre voluto rivendicare. Punti chiave: digitalizzazione e innovazione, rivoluzione verde, uguaglianza di genere e inclusione. Alcuni sostengono che Colao, più che un piano contro la crisi, ha presentato un vero programma di governo.

Potrebbe essere che lo chiamiamo per progettare un piano per Panama in modo che lascino l'improvvisazione?

Non dimentichiamo che Colao (il suo cognome) in Latin America significa ......

Nel link sottostante puoi controllare il programma:

Strategia per il rilancio d'Italia