"How will we live together?" curata da Harshim Sarkis, architetto di origini libanese laureato ad Harward, dove ha conseguito il dottorato. Professore ad Harvard e dal 2015 Preside della MIT School of Architecture and planning.

Harshim Sarkis nella cerimonia inaugurale di apertura della Biennale di Venezia  il   ha consegnato Leone D'oro alla carriera al suo maestro e architetto spagnolo Rafael Moneo, con cui lavorò agli inizi per il Souk di Beirut.

Moneo (classe del 1937)  riferimento internazionale per l’architettura, professore, teorico  dell'architettura e critico, è stato il 1° architetto  spagnolo ad aver ricevuto Premio Pritzker nel 1966. Tra le sue opere sono l'ampliamento del  Museo del Prado e la Stazione Atocha Renfe a Madrid, il Museo di Arte Romana a Merida, solo per citarne alcune. In Italia nel 1991 è stato  vincitore del concorso internazionale per il Palazzo del Cinema al Lido di Venezia.

Sarkis durante la premiazione ha detto: “E' una persona che porta insieme l'ampiezza dell'aria aperta nella profondità del lavoro, nei suoi scritti, nei suoi insegnamenti e nel suo dialogo incessante con i colleghi. Rafael, l'architettura ti deve tantissimo e deve tantissimo alla generosità del tuo intelletto! Ha proseguito Sarkis, "Il Leone d'oro trae energia da chi lo riceve per spingere avanti l'architettura e Rafael, ore più che mai l'architettura ha bisogno della tua energia incessante. E' questa l'unicità del Leone D'Oro ed è per questo motivo che Rafael Moneo è il Leone d'Oro oggi"

Moneo  rispondendo poi ai giornalisti sulla professione degli architetti,  - dice -  per fare qualsiasi lavoro è necessario farlo con gioia,  con volontà, con  desiderio, in spagnolo si ha una parola “ganas”, che non ha un termine proprio  corrispondente in italiano,  ma che significa fare qualcosa “visceralmente” e – sottolinea Moneo - lavorare in questo modo  credo che sia il migliore consiglio per gli architetti e per qualsiasi lavoro e per tutte le professioni. Gli architetti che sentono passione per il risultato del proprio lavoro, che è la costruzione della loro città, avranno una carriera veramente soddisfacente.

Alla cerimonia di premiazione erano presenti oltre al Presidente della Biennale Roberto Cicutto, il Vicepresidente e Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, il Governatore della Regione Veneto Luca Zaia, il Presidente della Camera di Deputati Roberto Fico, il  Ministro della Cultura Dario Franceschini, l'ex Presidente della Biennale Paolo Baratta e la delegazione dei rappresentanti istituzionali di Spagna, Emirates e Serbia.​