The Deep Acquarium situato a Sammy's Point, alla confluenza del fiume Hull dell’estuario Humber, a Kingston upon Hull in Inghilterra. È stato aperto al pubblico nel marzo 2002.

L'edificio, progettato dall’architetto Terry Farrell, vincitrice del premio Pritzker Architecutre Prize 2020 (noto anche come il Premio Nobel per l’architettura ) insieme alla sua collega Shelley McNamara. ( È la seconda volta nella storia del premio che il podio si tinge di rosa, la prima era stata Zaha Hadid nel 2004 ).

Il Deep Aquarium, ospita circa 3.500 specie diverse di pesci, tra cui barriere coralline, squali e razze, specie che possono vivere in questo ambiente in quanto è uno degli acquari più profondi del mondo. Un ascensore sottomarino consente ai visitatori di osservare l'ambiente da un luogo eccezionale. L'acquario è diventato una delle maggiori attrazioni della città, fungendo da mezzo di conservazione ed educazione. L'edificio è stato aperto nel 2002, anche se i lavori completi non sono stati completati fino al 2005. Dall'ultimo piano offre una vista del fiume Humber.

Ha vinto numerosi premi, tra cui: Gold Award for Green Tourism Business Scheme, Gold Award for Sustainable Tourism (Inghilterra) e Silver Award come migliore attrazione dell'anno 2009.

L'edificio di 5 piani ha 15 vasche con pareti trasparenti che permettono di vedere i pesci, è alto 10 metri e ospita 3.500 pesci di 120 specie.

L’esterno è sollevato con un angolo di 30 ° per formare un forte un punto angolare direttamente sopra la lingua di terra, tra il fiume e l'estuario.

La base a terra dell'edificio è rivestita in un foglio di alluminio grigio scuro e nero. Nella parte superiore è rivestito con grandi pannelli di alluminio in forme romboidali irregolari che suggeriscono piastre di roccia incrinata.

E più in alto, la metamorfosi del rivestimento, come se il calore e la pressione sotterranei fossero stati trasformati in lucenti piastrelle di ceramica. La pendenza ascendente culmina con un apice cristallino di toni chiari, dietro il quale e ad un livello elevato, una galleria che funge da punto di vista si affaccia su un ampio panorama dell’Humber.

La struttura si basa su un'anima in cemento armato e oltre 800 tonnellate di acciaio strutturale, supportate da fondazioni di pile prefabbricate, guidate attraverso il riempimento congiunto dei depositi glaciali inferiori. Nella costruzione della struttura, sono stati considerati gli aspetti della difesa contro le alluvioni e le contaminazioni relative a questa zona industriale abbandonata.

I materiali utilizzati nella costruzione dell'edificio sono di diversi colori e trame, tra cui cemento colorato, intonaco acrilico, metallo profilato, vetro smaltato e lame diamantate in alluminio di tipo marino, utilizzate nella costruzione navale, che acquisiscono colori diversi in base come ricevono luce e riflessi. I serbatoi hanno una capacità di 2.500.000 litri di acqua e 87 tonnellate di sale.

Per far fronte alla pioggia, i pannelli in alluminio sono stati rivestiti con una vernice nera impermeabile e disposti con cura per formare uno schermo che protegge il vetro colorato dalla pioggia. Le piastre in alluminio sono fissate con fissaggi nascosti e telai di supporto con giunti variabili tra 5,40 e 0,70 mm che consentono di mostrare la superficie dietro e creare diversi effetti visivi.

Al "naso" dell'edificio, i pannelli di vetro laminato sono stati tagliati seguendo la struttura di supporto in acciaio, mentre in altri punti sono stati utilizzati sistemi di vetri MERO "Varioclip" con una capsula di alluminio per incorniciare le numerose finestre e le caratteristiche del vetro. .

Per l'edilizia sono stati utilizzati pavimenti in cemento prefabbricato, profili ellittici in acciaio, profili in acciaio inossidabile e numerosi tipi di rivestimento.

Al 3 ° e 4 ° piano, sono stati installati vetri con un sistema di piastre di pressione in acciaio, sia sulle finestre ovest e est che sulle porte di vetro.

È stato realizzato un rivestimento in alluminio e acciaio isolante, con un rivestimento ventilato e uno schermo antipioggia in alluminio con grondaie e chiusure del tetto sulle pareti esterne.

Per le lastre dei diversi piani sono state utilizzate lastre di acciaio e prefabbricati in cemento armato, 380 rivestimenti di lastre a doppio vetro smaltate sono stati utilizzati nei rivestimenti, utilizzando nove diversi modelli, 345m² di piastrelle in vetro, 1.370m² di pannelli in alluminio lucido, 290m² di pannelli in vetro laminato nel "naso" dell'edificio e 110m² in alluminio patinato in nero.

Una volta all'interno dell'edificio, i visitatori vengono portati con l'ascensore all'ultimo piano, da dove iniziano la discesa per mezzo di una rampa continua e a zig-zag, che scende gradualmente attraverso acquari, moduli interattivi, arazzi e altri reperti. Questo percorso a spirale discendente conducendo al visitatore attraverso la trama del museo, che traccia l'evoluzione cronologica della grande esplosione, attraverso l'era fossile, con lo stato attuale degli oceani del mondo.

Inoltre, esamina gradualmente le profondità salmastre e le latitudini geografiche degli oceani. L'attrazione principale all'interno dell'edificio è il serbatoio più grande, con una capacità di 2.500.000 litri di acqua e 87 tonnellate di sale, completo di un tunnel di 9m che consente una vista delle profondità. Sulla punta dell'iceberg c'è una caffetteria vetrata con un ponte di osservazione esterno che sorvola l'estuario.